Misure anti-Covid, Israele chiude l’aeroporto “Ben Gurion” fino al 31 gennaio

Israele ha deciso di interrompere i voli aerei, sia in entrata sia in uscita, con la chiusura fino al 31 gennaio dell’aeroporto “Ben Gurion” di Tel-Aviv. Obiettivo, quello di frenare la diffusione delle varianti del coronavirus. La decisione è stata approvata dopo la proposta del premier Benyamin Netanyahu che, nel corso di una riunione di governo, ha detto: “Nessuna nazione ha fatto quello che stiamo per fare, stiamo sigillando ermeticamente il nostro Paese”.

Stop al transito dei voli

Covid: cosa sappiamo delle varianti inglese, sudafricana e brasiliana

Israele dunque, come riporta anche il sito di news locali “Haaretz”, vieterà il transito di voli delle compagnie aeree straniere a partire dalla mezzanotte di oggi e fino alla fine del terzo lockdown nazionale, prevista per il 31 gennaio. Saranno inoltre imposte restrizioni anche alle compagnie aeree israeliane, con l’uscita dal Paese che verrà limitata a circostanze eccezionali, tra cui la necessità di cure mediche all’estero, la partecipazione a procedimenti legali o funerali di familiari oppure ancora per necessità di trasferimento. Gli aerei cargo stranieri, gli aerei antincendio e i voli di emergenza medica saranno invece esentati dalla restrizione sui voli di compagnie non nazionali in arrivo. E le nuove normative si applicheranno anche agli aerei privati. Il ministro del turismo, Orit Farkash-Hacohen, ha affermato durante una riunione di gabinetto che la chiusura dell’aeroporto è un “passo molto estremo” ma, nonostante ciò, ha aggiunto che la decisione sulla chiusura è “logica” e che Israele deve approfittare di questa finestra per vaccinare più membri delle comunità ultraortodosse e arabe.

I dati più recenti

Tra l’altro, sempre nell’ottica di contenere i contagi, il ministro della Difesa, Benny Gantz, ha annunciato un giro di vite contro i trasgressori delle misure anti-Covid, garantendo multe più alte. Stando ai dati più recenti poi, diffusi dal Ministero della Salute domenica mattina, 1.306 persone sono morte a causa del Covid-19 in Israele, considerando il periodo che parte dall’inizio di gennaio. Proprio gennaio è stato il mese con il maggior numero di morti per Covid, sin da ottobre: 970 israeliani sono morti a causa della malattia, per un totale, da inizio pandemia, di 4.361 persone decedute.

Fonte : Sky Tg24