Roma, 25 gen. – (Adnkronos)

Rispetto dei diritti umani, tutela della persona e promozione del suo benessere: è grazie al forte impegno su questi valori fondamentali che il Gruppo Maire Tecnimont ha ricevuto da Bureau Veritas Italia la certificazione multisito in accordo allo standard SA 8000:2014. Un traguardo risultato del lavoro di coordinamento tra le varie entità del Gruppo, già certificate singolarmente SA8000, in particolare quelle con sedi in Italia (Tecnimont SpA, KT – Kinetics Technology SpA, Mst Manutenzioni & Servizi Tecnici srl), in Germania (Tpi Gmbh), in Olanda (Stamicarbon B.V.).

Oggi Maire Tecnimont, grazie alla collaborazione di Bureau Veritas Italia, estende oltre i confini nazionali la certificazione di responsabilità sociale SA8000 che valorizza le sinergie tra le diverse realtà aziendali che condividono i valori di Gruppo, primo fra tutti la tutela e la crescita delle persone, il primo asset al centro del business di Maire Tecnimont in ogni Paese in cui opera.

La certificazione multisito estesa ai diversi Paesi permette al Gruppo di uniformare procedure e metodi, ottimizzare i tempi di audit, nonché rafforzare ulteriormente le dinamiche di scambio con la propria catena di fornitura, aumentando la competitività sul mercato sia di ogni singola entità che del Gruppo nel suo complesso.

“La certificazione che abbiamo ricevuto oggi – commenta Pierroberto Folgiero, amministratore delegato del Gruppo Maire Tecnimont – rappresenta un nuovo grande traguardo: è un altro passo fondamentale nel nostro percorso volto a garantire la massima attenzione alla tutela di tutte le persone che hanno in comune il Dna di Maire Tecnimont e ne condividono i valori, e allo stesso tempo rafforza il nostro impegno verso tutta la catena di fornitura, elementi imprescindibili per una azienda che crede fermamente nel proprio codice etico”.

“Con questo risultato – aggiunge – valorizziamo l’importante lavoro svolto negli anni precedenti e che ha portato all’implementazione di sistemi di gestione robusti e maturi da parte di ciascuna delle società incluse nel perimetro di certificazione”.

Per Diego D’amato, presidente e amministratore delegato Bureau Veritas Italia, “nella lunga storia della certificazione SA8000, per anni i certificati non potevano ‘varcare le frontiere’ e si limitavano al perimetro nazionale. Oggi, le nuove regole previste dal Sai (Social Accountability International) e dal Saas (Social Accountability Accreditation Services) prevedono la possibilità di abbracciare in un unico certificato siti appartenenti a diversi Paesi, a condizione che vi sia una regia unica, centralizzata, capace di garantire un efficace e omogeneo sistema di gestione della responsabilità sociale”.

“La grande sfida di Maire Tecnimont – continua – è stata ricomporre sotto un’unica cabina di regia le diverse certificazioni SA8000 che già esistevano sulle singole società del gruppo. Bureau Veritas è particolarmente orgogliosa di aver certificato questo sistema pionieristico, rendendo merito alla grande capacità organizzativa e all’impegno sui valori, che non conosce frontiere geografiche”.

Fonte : Adn Kronos