Sanremo, Matilda De Angelis co-conduttrice per una serata

L’annuncio arriva direttamente dal conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo. Amadeus lo ha rivelato in un’intervista al Corriere della Sera

Matilda De Angelis (LA FOTOGALLERY) condurrà una serata del Festival di Sanremo, ne dà l’annuncio Amadeus stesso durante un’intervista al Corriere della Sera, come anche riportato poche ore fa da Rai News.

Il conduttore e direttore artistico della kermesse musicale della canzone italiana lo ha dichiarato con le parole che aprono l’intervista uscita ieri, sabato 23 gennaio, sul Corriere della Sera.

LO SPECIALE DI SANREMO

Amadeus: “Abbiamo anche una bella notizia”

The Undoing, Matilda De Angelis a Sky TG24

L’intervista al conduttore e direttore artistico di Sanremo si apre con parole che fanno emergere quanto quest’anno si stia rivelando difficile organizzare in sicurezza l’evento. Ma dopo un accenno alle “giornate complicate”, Amadeus annuncia quella che definisce la bella notizia:

Sono giornate complicate, ma abbiamo anche una bella notizia: oltre a Elodie, come co-conduttrice per una sera abbiamo chiuso con Matilda De Angelis che sta avendo un grande successo con The Undoing, la serie con Nicole Kidman e Hugh Grant. Mi piace perché è una giovane attrice, spigliata, con una caratura già internazionale: sarà l’occasione per farla conoscere ancora di più“.

LO SPECIALE SU THE UNDOING

La sicurezza sanitaria del festival al primo posto

Amadeus su Sanremo: “Il Festival in sicurezza o non si fa”

Il festival, le cui date ufficiali sono dal 2 al 6 marzo, vede come priorità assoluta la sicurezza sanitaria. Lo dichiara apertamente il direttore artistico, che ci tiene a sottolineare quanto sia fondamentale la tutela della salute.

“Io sono sempre stato chiaro: o Sanremo si fa in sicurezza – perché la salute viene al primo posto – oppure non si fa. Abbiamo l’esempio di Sanremo Giovani: è stato fatto in un teatro piccolo, con tanti cantanti e tecnici che si sono avvicendati sul palco. È andato tutto bene: non abbiamo avuto mezzo problema. Se il protocollo sanitario è preciso le cose si possono fare. Con Sanremo Giovani la Rai lo ha dimostrato”.

Fare il Festival di Sanremo a maggio?

Sanremo: l’Afi chiede al ministro Speranza un protocollo di sicurezza

Se lo posticipi a maggio non è Sanremo, ma il Festivalbar. E poi chi ci dice che a maggio avremo lasciato le mascherine e potremo abbracciarci tranquillamente? Se così fosse firmerei subito, ma a maggio probabilmente saremo più o meno nella stessa situazione. Quindi spostarlo per trovarsi con gli stessi problemi non avrebbe senso”. Con queste parole Amadeus si è espresso durante l’intervista al Corriere della Sera.

Senza tralasciare la questione relativa alle proteste di altri comparti che fanno parte del mondo dello spettacolo, a cui il conduttore dà pieno sostegno.

“Da parte mia c’è grande sostegno a tutto il mondo dello spettacolo dove c’è gente disoccupata che non lavora da quasi un anno. Penso che con le dovute accortezze, i distanziamenti e i numeri ridotti, teatri e cinema dovrebbero riaprire. Nel caso di Sanremo però parliamo di uno studio televisivo, come succede per tanti altri programmi”.

Un pubblico di 380 spettatori

Festival di Sanremo, la conferma Rai: si farà dal 2 al 6 marzo

Il pubblico del Festival di Sanremo di quest’anno è ancora un’incognita. Si è parlato di una platea in cui potrebbero presenziare operatori sanitari, quindi vaccinati, non solo per ovvie esigenze pratiche ma anche per una sorta di omaggio e di ringraziamento a tutti coloro che in questi difficili mesi hanno combattuto in prima linea nella battaglia contro il virus.

Nell’intervista di ieri al Corriere della Sera, Amadeus ha annunciato la possibilità di avere un pubblico di figuranti, per un numero totale di massimo 380 presenze in platea.

“Pensiamo a figure contrattualizzate che sono parte integrante dello spettacolo nel rispetto del Dpcm. Con le giuste distanze possiamo arrivare a 380 persone in platea, mentre la galleria sarà ovviamente chiusa. Dobbiamo offrire al pubblico a casa e agli artisti che sono sul palco la possibilità di avere uno spettacolo vero. Chi dice che il pubblico non serve fa un altro mestiere. Io non mi metto a sindacare di protocolli sanitari e mi affido al giudizio di tecnici ed esperti. Su come si fa uno spettacolo invece penso di avere l’esperienza per sapere come si realizza uno show così importante”.

Matilda De Angelis

Quella stessa interpretazione le ha fatto ottenere una candidatura come migliore attrice protagonista ai David di Donatello 2017.

È apparsa nel videoclip dei Negramaro Tutto qui accade assieme al collega Alessandro Borghi ed è stata scelta per il ruolo di Ambra nella serie TV Tutto può succedere (2015-2018).

Nel 2016 ha interpretato la protagonista del film Youtopia (uscito nel 2018) di Berardo Carboni in cui interpreta una ragazza che decide di mettere all’asta online la propria verginità.

Nel 2018 è apparsa nel videoclip della canzone Felicità puttana dei Thegiornalisti.

Il successo di Matilda De Angelis

Il prossimo progetto cinematografico la vedrà nel film hollywoodiano Di là del fiume e tra gli alberi, prima prova oltreoceano per l’attrice. In rete sono circolati rapidamente gli scatti che la vedono al fianco dell’attore e regista Liev Schreiber a Venezia, durante le riprese. La pellicola è tratta da un celebre romanzo di Ernest Hemingway pubblicato nel 1950, ambientato a Venezia e nei dintorni.

Fonte : Sky Tg24