Piromane incendia cassonetti dei rifiuti, danneggiate le auto in sosta

Piromane di cassonetti dei rifiuti in manette a Roma. Sono stati i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Romanella notte fra sabato e domenica ad arrestare, un italiano di 60 anni, senza fissa dimora e con precedenti, con l’accusa di danneggiamento a seguito di incendio.

I Carabinieri, su segnalazione giunta al numero di emergenza 112, sono intervenuti in pochi minuti in via Matteo Boiardo zona Esquilino – san Giovanni, dove hanno sorpreso l’uomo mentre stava incendiando un cassonetto dei rifiuti, subito dopo averne già incendiato un altro, utilizzando un accendino. Le fiamme, che hanno danneggiato anche le auto parcheggiate nelle immediate vicinanze, sono state domate grazie al tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco.

L’uomo dopo l’arrestato è stato portato in caserma e trattenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

Una lunga scia di fuoco quella lasciata dai piromani che nel corso degli anni hanno appiccato incendi ai cassonetti dei rifiuti a Roma. Ultimo rogo la notte dello scorso 13 gennaio a Pietralata, quando andarono a fuoco quattro cassonetti dell’Ama in due roghi scoppiati a distanza di pochi minuti l’uno dall’altro in via Eugenio Checchi e via Luigi Lodi. Un rogo che ha poi coinvolto anche le auto parcheggiate vicino ai cassonetti. Sul posto i vigili del fuoco.

Prima di allora era stata la volta del Trullo (la notte dello scorso 8 gennaio), quando in in pochi minuti, vennero bruciati dieci cassonetti in via del Trullo e nella vicina viale Ventimiglia. 

Cassonetti dati alle fiamme nel 2021 

Da inizio anno sono oltre 70 i cassonetti dei rifiuti presi di mira da vandali e piromani, danneggiati o distrutti da incendi dolosi, in questo inizio 2021. Il dato è fornito da Ama. Quasi il doppio rispetto allo stesso periodo del 2020. Le prime stime hanno quantificato un danno a carico dell’azienda pari ad almeno 38mila euro.
 

Fonte : Roma Today