Coronavirus, la nuvola di Fuksas è a disposizione: “Può diventare un polo vaccinale”

Il Convention center dell’Eur come spazio per effettuare le vaccinazioni contro il nuovo Coronavirus. La candidatura è concreta ed è al vaglio della Regione Lazio.

La candidatura

Eur Spa, società partecipata dal Ministero dell’Economia e dal Comune di Roma, ha messo a disposizione il centro congressi di viale Cristoforo Colombo. All’interno dei suoi 50mila metri quadrati, è in grado di ospitare fino ad ottomila persone. Un potenziale enorme su cui, l’ente governato da Zingaretti, è chiamato a riflettere.

Regione entusiasta

Un sopralluogo è già stato eseguito nella giornata di venerdì 22 gennaio. “Abbiamo proposto al presidente Zingaretti la Nuvola come centro principale per le vaccinazioni anti-Covid – ha fatto sapere Antonio Rosati, amministratore delegato di Eur Sp, “Lui è stato entusiasta” ha sottolineato l’ A.d.  dell’ente che gestisce il patrimonio architettonico e paesaggistico del cosiddetto “pentagono” di Roma.

I vaccinati nel Lazio

Nel Lazio, intanto, ha fatto sapere l’assessore regionale alla sanità Alessio D’Amato “15.485 persone hanno completato il ciclo vaccinale con le seconde dosi e questo dato rappresenta il 38% dell’intero dato nazionale”. Però “ Bisogna correre più veloci delle varianti. Servono le dosi dei vaccini poichè abbiamo una macchina che sta marciando con il freno a mano tirato” ha rimarcato D’Amato. Nel frattempo, volendo guardare avanti, la Regione è chiamata a valutare la proposta del futuro centro vaccinale

Intanto i tecnici di Eur Spa, ha chiarito Rosati, sono “già al lavoro per garantire che lo spazio sia perfettamente funzionale”. Da parte dell’ente, ha concluso l’Amministratore delegato, è stata promessa “la massima collaborazione”.
 

Fonte : Roma Today