San Saba: con fondi pubblici e privati riqualificata la palestra della scuola elementare

Taglio del nastro per una palestra scolastica a San Saba. Ne beneficiano gli studenti della scuola primaria Leopoldo Franchetti e non solo.

Una sinergia pubblico privato

Il progetto, infatti, è stato realizzato grazie alla collaborazione avviata tra pubblico e privato. Con i soldi della Regione Lazio, ma anche con i fondi messi a disposizione dall’Associazione sportiva dilettantistica Ready Go Sport e Cultura. L’operazione è stata infatti realizzata grazie ai 42mila euro del contributo regionale, che si sono aggiunti ai finanziamenti stanziati dall’Asd. Al costo di 53 mila euro, gli studenti di San Saba ed i soci della Ready Go Sport e Cultura, avranno a disposizione uno spazio totalmente riqualificato.

Un lavoro di squadra

“Siamo molto felici di vedere rinascere un’altra palestra all’interno di una scuola di Roma e della nostra Regione. Una squadra che ha funzionato in questi anni quella della Presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi, e che ha saputo cogliere le opportunità dei Bandi della Regione Lazio per migliorare l’edilizia scolastica in maniera sostenibile e incentivare lo sport” ha commentato l’Assessore al Bilancio e Patrimonio, Alessandra Sartore.

La regione e lo sport

I fondi regionali sono stati messi a disposizione attraverso il bando “Sport in/e movimento” che finanzia interventi su impiantistica pubblica e privata su tutto il territorio regionale. Nove milioni e mezzo di euro, di cui oltre 2 destinati a 44 impianti, pubblici e privati, presenti nel territorio della Capitale. Si tratta di fondi che si sommano ai 4 milioni che, sempre la Regione, aveva messo a disposizione con il  “Pronti, Sport, Via!” e che hanno già comportato interventi su 152 palestre e spazi sportivi su tutto il territorio laziale. 

L’importanza dello sport nel sociale

“Riteniamo fondamentale favorire la pratica sportiva tra le ragazze e i ragazzi, sia per il benessere fisico sia perché aiuta a costruire lo spirito di comunità e diffonde valori sociali e civili di cui, soprattutto in questo periodo incerto, i giovani hanno un grande bisogno”ha ricordato Santore. D’altra parte, ha sottolineato l’assessore regionale, questi interventi sono particolarmente utili perché le “palestre delle scuole, il pomeriggio sono diventati spazi per tutti, per fare sport di base gestiti dalle Associazioni sportive”. Un investimento di medio lungo termine di cui beneficerà, soprattutto in uno scenario post-pandemico, tutta la cittadinanza.

Fonte : Roma Today