Anche a Roma la comunità russa in piazza per sostenere Alexei Navalny

C’è anche Roma tra le città del mondo in cui i russi scenderanno in piazza in sostegno di Alexei Navalny leader dell’opposizione russa, miracolosamente sopravvissuto all’avvelenamento di agosto da parte dei servizi di sicurezza russi e arrestato al suo rientro  in patria dopo 5 mesi di riabilitazione in Germania. Domani i russi residenti a Roma, ma anche tanti italiani, manifesteranno in piazza della rotonda alle 11.00. 

La città eterna come Lisbona, Parigi, Milano, Praga, Barcellona, Vienna, Boston, Sofia, Philadelphia, Madrid, Tel Aviv, Washington: l’elenco delle città di tutto il mondo è lunghissimo, dove la gente, domani 23 gennaio, si schiererà con il leader dell’opposizione russa.

Alexei Navalny  da anni si batte per tenere alta l’attenzione sulle continue violazioni dei diritti umani in Russia, contro la corruzione e l’ingiustizia che caratterizzano il potere che impera da ormai 20 anni.

“La comunità russa”, si legge in una nota, “è composta da cittadini di origine russa che vivono e lavorano in Italia ed apprezzano i valori della libertà e della democrazia che sono una pietra miliare della società europea. Con grande preoccupazione vedono la democrazia in Russia essere sempre più minacciata, con amici e familiari che vivono in un’atmosfera di sempre maggiore paura, privati sia del diritto di libere elezioni che della libertà di parola. La comunità russa esorta il proprio governo a rispettare i diritti dei propri cittadini e chiede supporto all’Unione Europea e al governo Italiano in questa lotta per la democrazia e per la libertà: i russi chiedono che Alexey Navalny sia liberato”. 
 

Fonte : Roma Today