Variety: “Il Festival di Cannes 2021 potrebbe svolgersi in estate”

L’indiscrezione della testata statunitense: “C’è l’ipotesi di uno slittamento a luglio, gli albergatori sarebbero già stati informati”

I vaccini stanno aiutando l’Europa a rivedere un barlume di luce in fondo al tunnel (SPECIALE CORONAVIRUS), dopo un 2020 tremendo sotto ogni punto di vista – e il cinema non ha certamente fatto eccezione. Annullato l’anno scorso, anche il Festival di Cannes è pronto a ripartire, ma ci si interroga sulle date: un’indiscrezione di Variety rivela che il ritorno sulla Croisette potrebbe avvenire non a maggio come al solito, ma in estate.

Oscar 2021, cerimonia rimandata al 25 aprile per coronavirus

Il sito americano riporta che è allo studio uno spostamento dell’edizione tra il 5 e il 25 luglio: una decisione verrà presa e annunciata entro la fine di gennaio. Secondo Variety, il sindacato degli hotel di Cannes sarebbe stato informato di questa decisione la scorsa settimana. La testata riporta le parole del proprietario di un hotel situato nelle vicinanze del Palais des Festivals (nel frattempo trasformato in un centro vaccinazioni): “Ovviamente preferiremmo di gran lunga che il festival si svolgesse a maggio, ma abbiamo detto che saremo felici di prepararci ad accogliere il festival a luglio; le date che abbiamo concordato sono tra il 5 e il 25 luglio”. Non sarebbe il primo cambio di programma in un calendario 2021 che ha già visto slittare per esempio la cerimonia degli Oscar, originariamente prevista per febbraio e poi rimandata al 25 aprile.

Naturalmente, in quest’oceano di precarietà che è il mondo degli eventi live, non sono escluse nemmeno altre soluzioni. Per esempio, sarebbe stata anche discussa (e già scartata) un’ipotesi a fine giugno, periodo in cui è il calendario l’abituale Cannes Lions, il Festival della Pubblicità, mentre per il momento è escluso un ulteriore rinvio a ottobre. Il direttore del Festival Thierry Fremaux starebbe anche studiando un allungamento di due giorni, magari facendolo iniziare al lunedì e concludendolo alla domenica invece che al solito sabato, per trovare più spazio possibile ai tanti film in lista d’attesa, alcuni dei quali già dalla primavera 2020 (è il caso per esempio di Tre piani del nostro Nanni Moretti). 

Fonte : Sky Tg24