Sleepbuds II di Bose, gli auricolari per dormire sonni tranquilli

Tappi per le orecchie addio. Bose ha rilasciato due auricolari molto particolari: non si tratta – come da sempre ci ha abituato la casa specializzata in audio – di dispositivi per ascoltare musica. O meglio: servono anche per ascoltare musica, ma una musica molto particolare: quella che concilia il sonno. I nuovi Sleepbuds II di Bose, infatti, sono degli auricolari studiati appositamente per aiutare le persone a prendere sonno o a dormire in maniera più serena e rilassata, grazie a una tecnologia clinicamente testata che concilia il sonno più velocemente. Grazie anche all’aiuto di un’app (Bose Sleep) e una fornita libreria di suoni. Ma entriamo nel dettaglio.

A cosa servono

I due auricolari sono leggerissimi. Si trovano dentro un alloggiamento rotondo molto elegante che funge anche da caricatore e che ha al suo interno dei led per indicare il livello di carica. Gli auricolari, lo dicevamo, servono a un unico scopo: aiutarci a dormire coprendo i tanti rumori che possono disturbare il sonno, da quelli del traffico a quelli della tv – se un’altra persona in casa è ancora sveglia – dal partner che russa ai passi rumorosi dei vicini. Questo grazie a una tecnologia di cancellazione del rumore ma anche a una serie di brani rilassanti inclusi nell’app che aiutano a tranquillizzare anche la mente. Brani divisi in tre categorie: mascheramento del rumore, natura e tranquillità. E così potremo addormentarci – e magari iniziare a sognare – ascoltando il rumore delle onde o delle correnti subacquee, il rumore del vento o quello di un falò, le sensazioni di una cascata, di una foresta pluviale, della pioggia o del cinguettio. Fino anche a rumori più singolari come “alta quota” che simula i rumori presenti nella cabina dell’aereo o quello dell’asciugatrice. Una tecnologia studiata insieme all’Università del Colorado Anschutz Medical Campus e l’UCHealth CARE Innovation Center e che si è dimostrata clinicamente valida. Gli auricolari, spiega Bose, sfruttano i progressi della tecnologia proprietaria del mascheramento del rumore per coprire i suoni senza annullarli. 

Come funzionano

Gli auricolari si configurano direttamente attraverso l’app, che dà anche consigli su come indossarli correttamente. Attraverso il menu impostazioni è possibile anche impostare una sveglia (che suona direttamente nelle orecchie, svegliando solamente chi le indossa) e scegliere se ricevere o meno le notifiche dei messaggi e delle chiamate che arrivano al telefono. Dobbiamo specificare che questi auricolari non riproducono musica in streaming né permettono di ricevere o effettuare chiamate: si tratta di auricolari appositamente studiati per il sonno. Una volta impostati, infine, possono essere utilizzati anche senza essere collegati al telefono. 

Verdetto, disponibilità e prezzi

Abbiamo trovato il prodotto interessante e innovativo, effettivamente aiuta a prendere sonno e copre molto bene i rumori, ed è un prodotto che ci sentiamo di consigliare a chi ha problemi ad addormentarsi. Ci saremmo aspettati forse qualcosa di più dalla batteria, che abbiamo dovuto ricaricare mediamente ogni due giorni. Nella confezione anche diverse “punte” di silicone, in tre taglie ottimizzate per essere indossate tutta la notte e non dare fastidio ad esempio quando si dorme su un fianco (da notare che per i primi giorni utilizzo abbiamo avuto difficoltà a trovare quelle adatte a noi, poi però ci siamo abituati). Gli auricolari Sleepbuds II sono compatibili con i dispositivi iOS e Android, sono resistenti al sudore e all’acqua con una classificazione IPX4 e hanno un prezzo di listino di 269,95 euro.

Pro e contro

PRO

  • Idea e tecnologia innovativa
  • Funzionalità

CONTRO

  • La batteria si scarica facilmente
  • Bisogna scegliere bene le “punte” più adatte alle orecchie altrimenti sentiremo un po’ di dolore

Fonte : Sky Tg24