[SPOILER] Rampage, il finale originale che ha quasi spinto The Rock ad abbandonare il film

Basato sull’omonimo videogioco prodotto da Midway Games negli anni ottanta, Rampage – Furia Animale doveva concludersi in maniera molto diversa da quanto visto nelle sale. Almeno prima dell’intervento del suo protagonista, Dwayne Johnson.

Quando ha ricevuto la prima sceneggiatura della pellicola, la quale doveva terminare con il sacrificio finale di George, il gorilla albino gigante amico del protagonista, la star ha infatti minacciato di abbandonare la produzione.

“Non mi piacciono i finali tristi. Quella merda si trova già nella vita reale, non la voglio nei miei film” ha dichiarato The Rock in una vecchia intervista con Rolling Stone. “Quando arrivano i titoli di coda, voglio sentirmi alla grande… Abbiamo avuto un grande meeting in cui mi hanno spiegato tutte le ragioni per cui pensavano che George sarebbe dovuto morire. Si sacrificava per salvare il mondo, uccidendo gli animali che avevano intenzione di fare del male all’umanità. Si sacrificava come un bravo soldato. Ok. Ma questo è un film! C’è un coccodrillo grande quanto uno stadio di footall, non stiamo facendo Salvate il soldato Ryan!”.

L’attore ha spiegato che garantire il lieto fine è una parte fondamentale del suo rapporto con i fan: “Il mio problema è che ho una relazione con il pubblico di tutto il mondo. Per anni gli ho dato la fiducia che guardando i miei film si sarebbero sentiti bene. Quindi ogni tanto devo utilizzare questa carta, ovvero: trovatevi un altro attore. Dobbiamo capire cosa fare, altrimenti io non faccio il film.”

Per altri approfondimenti, vi lasciamo alla recensione di Rampage – Furia Animale e al nostro speciale sugli animali mutanti al cinema.

Fonte : Everyeye