Coronavirus, a Roma 563 nuovi casi: sono 1100 nel Lazio. I dati del 19 gennaio

Salgono, di nuovi, i contagi da Coronavirus a Roma. Nella Capitale, nelle ultime 24 ore, i positivi registrati sono stati 563 a fronte dei 426 di ieri. Oggi su quasi 13 mila tamponi nel Lazio, ossia 2.891 in più rispetto al 18 gennaio, e oltre 23 mila antigenici per un totale di oltre 36 mila test.

In tutta la regione sono quindi 1.100 i casi positivi: 228 in un giorno. La conta dei morti, purtroppo, si aggrava ancora con 59 nuovi decessi, mentre le buone notizie arrivano dai plessi ospedalieri: 10 malati escono dalle terapie intensive e sono 3.150 i nuovi guariti.

“Aumentano i casi e i decessi, mentre diminuiscono i ricoveri e le terapie intensive”, sottolinea l’assessore alla sanità laziale Alessio D’Amato che conclude: “Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 3%”. 

19 gennaio-2

Roma e Lazio in zona arancione per almeno 14 giorni
 

Made with Flourish
Made with Flourish

I nuovi casi Covid a Roma

Nella Asl Roma 1 sono 251 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Ventuno casi sono ricoveri. Si registrano dieci decessi con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 206 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Novantotto i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano undici decessi con patologie.

Nella Asl Roma 3 sono 106 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Cinque casi sono ricoveri. Si registrano nove decessi con patologie. 

I contagi nelle province di Roma

Nella Asl Roma 4 sono 35 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi con patologie.

Nella Asl Roma 5 sono 61 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano otto decessi con patologie.

Nella Asl Roma 6 sono 94 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano otto decessi con patologie.

347 positivi nelle altre città del Lazio

Nelle province si registrano 347 casi e sono dieci i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 221 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano cinque decessi di 69, 76, 78, 82 e 90 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 77 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano tre decessi di 81, 85 e 92 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano 19 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 86 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano 30 casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 86 anni con patologie

Nel Lazio 75.236 i casi positivi 

Nel Lazio sono 75.236 i casi attualmente positivi a Covid-19, di cui 2.768 ricoverati, 305 in terapia intensiva, e 72.163 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia i guariti sono in totale 111.905, i decessi 4.474 e il totale dei casi esaminati è pari a 191.615. Questo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

Il bollettino dello Spallanzani del 19 gennaio

In questo momento sono ricoverati all’Inmi Spallanzani di Roma “193 pazienti positivi al tampone per Sars-Cov-2”. Lo sottolinea il bollettino numero 355 dello Spallanzani, ieri erano 196. “Sono 30 i pazienti in terapia intensiva”, proseguono i medici, ieri erano 33. Mentre quelli dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali “sono, a questa mattina, 1.801”, conclude il bollettino.

Vaccini, Pfizer rinvia consegna di 32mila dosi. La Regione: “Così troppi ritardi”

Morto finanziere di 48 anni: lottava contro il Covid

La Guardia di Finanza è in lutto per la morte di Francesco Cozzolino, Maresciallo Aiutante mare in servizio presso il Comando Regionale Lazio morto al Policlinico Gemelli di Roma, dopo aver lottato contro il Covid-19. 

Il Comandante Generale della Guardia di Finanza Giuseppe Zafarana e tutte le Fiamme Gialle d’Italia “piangono la scomparsa del Maresciallo Francesco Cozzolino. Un’altra triste perdita, un’altra vita prematuramente spezzata da questo nemico invisibile, capace di insinuarsi subdolamente nel cuore delle famiglie, stravolgendone la serenità”, si legge in una nota.

Articolo aggiornato alle 17:13 del 19 gennaio

Fonte : Roma Today