Tutti i consigli per iniziare al meglio un nuovo lavoro

Hai risposto ad una offerta di lavoro, il tuo curriculum ha fatto colpo e anche i colloqui sono andati bene: complimenti, hai trovato un nuovo lavoro!
Tuttavia, l’inizio di un nuovo lavoro è sì un momento elettrizzante, ma anche molto delicato, che va gestito nel migliore modo possibile, sia per tenere a freno l’ansia o la paura legate allo stato di incertezza che, solitamente, accompagna un cambiamento, sia per gettare le basi di una serena collaborazione con colleghi e datori di lavoro.
Abbiamo quindi stilato una classifica di trucchi e consigli per iniziare al meglio un nuovo lavoro, così da aiutarti a gestire questa nuova ed emozionante sfida professionale!

1 – Pensa positivo e sospendi i giudizi

Quando inizi un nuovo lavoro, cerca di non fare confronti con la tua vecchia posizione lavorativa o con i vecchi colleghi, capi, strumenti di lavoro e così via: un giudizio affrettato e i luoghi comuni, infatti, difficilmente si basano su presupposti obiettivi e rischiano di diventare fuorvianti, sia nel bene che nel male. Soprattutto nei primi giorni, ma anche nei primi mesi, sospendi il giudizio su ciò che ti circonda, cercando di approcciarti in modo positivo e di immergerti completamente nella nuova situazione. Concediti un semestre di tempo prima di procedere con le tue valutazioni, così da aver avuto il giusto tempo per maturare un’opinione obiettiva e trovare spunti di riflessione e apprendimento.

2 – Prendi appunti

Solitamente, iniziare un lavoro nuovo comporta numerosi cambiamenti a livello di relazioni personali, situazioni, contenuti e metodo lavorativo. Per assumere una maggior padronanza dei nuovi compiti e imparare tutto ciò che c’è da sapere su nuovi rapporti e dinamiche lavorative, prova a tenere un diario dove annotare dubbi, domande, perplessità, situazioni positive o episodi critici. In questo modo, potrai raccogliere ed individuare tutti quegli elementi che ti potranno essere utili successivamente per fare le tue valutazioni ed i tuoi confronti, partendo però da dati reali.
Inoltre, questo diario potrà esserti utile anche per appuntarti tutto quello che devi imparare per fare bene il tuo nuovo lavoro, così come anche tutte le persone con cui costruire un rapporto lavorativo funzionale al nuovo lavoro.

3 – Fai le domande giuste

Per partire con il piede giusto è molto importante mostrarsi sinceramente curiosi ed interessati verso tutto ciò che caratterizza il nuovo lavoro. Osserva con attenzione come lavorano gli altri, struttura il tuo metodo di lavoro in modo chiaro e metodico, chiedi agli altri feedback su quello che stai facendo e sul fatto che sia o meno utile per loro e poni le domande giuste, cercando di esprimerle sempre in modo positivo (meglio chiedere “Cosa posso fare?” piuttosto che “Cosa non devo fare?”). Inoltre, una buona domanda dovrebbe essere aperta, così da dare all’interlocutore la possibilità di costruire una risposta articolata e completa, e non dovrebbe contenere più domande in una sola, poiché rischi di confondere o mettere in difficoltà l’interlocutore.

4 – Non strafare

Quando inizi un nuovo lavoro, cerca di non strafare: dare il massimo, o andare addirittura oltre, non è sempre la strategia vincente, soprattutto nei primi giorni. Cerca di individuare i compiti più urgenti, di capire quale è il ritmo giusto da prendere, anche in funzione del ritmo effettivo dell’ambiente in cui ti stai collocando, e di dosare le tue energie, così da evitare di esaurirle prima del tempo e poterle utilizzare nei momenti in cui ce ne sarà effettivamente bisogno.

5 – Focalizzati sulle priorità

Per ottimizzare al meglio il tuo nuovo lavoro, cerca di individuare quali, tra i compiti che ti vengono affidati, sono i più urgenti da svolgere, focalizzandoti sulle reali priorità e bilanciando le tue energie. Affronta subito, meglio se di prima mattina quando i livelli di energia e attenzione sono più alti, tutti quei task che richiedono grande attenzione, creando magari una “to do list”degli obiettivi da raggiungere, così da aver sempre sotto controllo la situazione ed ottenere un senso di maggior padronanza del ruolo.

6 – Crea relazioni positive

Relazionarsi nel modo corretto con i colleghi è fondamentale per creare un luogo di lavoro sereno, in cui sentirsi apprezzati, e un team affiatato, capace di collaborare e migliorare. Approfitta di tutte le occasioni di condivisione della vita aziendale con i colleghi, come ad esempio la pausa pranzo o la pausa caffè, utilizza una comunicazione efficace volta all’ascolto attivo e cerca di essere sempre positivo e sorridente: portare energia positiva, infatti, è un valore aggiunto fondamentale che sarà sicuramente apprezzato dai tuoi nuovi colleghi.

I consigli in più

Ecco cosa non fare quando si inizia un nuovo lavoro:

  • essere troppo calmo e riservato – o al contrario, troppo estroverso;
  • stare senza far niente quando hai finito un attività – meglio prendere l’iniziativa o chiedere in che modo puoi renderti utile piuttosto che rimanere con le mani in mano;
  • chiedere a che ora puoi andare via la sera;
  • fare telefonate private senza chiedere se è permesso;
  • chiedere le ferie dal primo giorno.

In breve quindi, cosa puoi fare per dare subito una buona impressione?

  • Gestire il proprio tempo in modo efficace.
  • Vestirsi in modo curato e idoneo al contesto lavorativo.
  • Assumere un atteggiamento positivo e propositivo.
  • Fare domande.
  • Osservare, imparare e mettersi in gioco.
  • Non esagerare.
  • Riflettere prima di parlare

Fonte : Today