La quarta via, mostra personale di Gioe

Up Urban Prospective Factory e Strange Opera presentano La Quarta Via, mostra personale di Gioe a cura di Rossana Calbi in collaborazione con Marta Di Meglio dall’22 gennaio all’11 febbraio 2021.

Inaugurazione venerdì 22 gennaio, ore 18.00

Dopo la presentazione a Specchia presso Palazzo Risolo, La Quarta Via torna a Roma in un progetto esclusivo per Up Urban Prospective Factory di Roma. Le opere di Gioe invadono di colore le pareti della galleria romana: sei opere che si sviluppano su pannelli di tessuto in cui le stoffe spiegano i colori e i fili tessono nuove geometriche creature.

La tecnica del patchwork dispiega gli studi pittorici e scultorei dell’artista umbra: l’antica abilità con cui Alighiero Boetti intesseva le sue mappe, in cui la terra e la vita dei suoi abitanti erano solo colori che si sommavano nel potere, diventano collegamenti e mondi esterni in Maria Lai, l’artista sarda più conosciuta che ha saputo cucire la sua identità artistica con questa tecnica. Gioe riprende questo processo legato all’ago e al filo e sceglie di fare arte e di creare dei nuovi mondi e di sintetizzare dei personaggi che si formano nei tessuti e si mostrano con questi.

Animali e figure androgine che rappresentano il potere e la vita, uno studio, quello di Gioe che parte dalle riflessioni del filosofo e mistico armeno Goerges Ivanovič Gurdjieff, la Quarta Via è la completezza della ricerca, e con il ritorno alla tradizione del cucito, Gioe ricerca la meditazione e il rapimento nell’azione artistica. Arriva quindi a congiungere nuovamente l’arte all’artigianato come i suoi predecessori prima citati. L’arte come Quarta Via per superare i propri limiti senza disperdere le proprie energie e canalizzarle verso il migliore degli obiettivi: il superamento di sé e l’innalzamento dell’umanità.

Un progetto espositivo che coniuga la ricerca pop della galleria d’arte Up Urban Prospective Factory e l’attenzione alle espressioni diversificate dell’associazione Strange Opera, Gioe unisce questi due focus.

Gioe, classe 1981, nasce a Città della Pieve, in provincia di Perugia. Inizia da subito il suo percorso artistico e nel ’99: si diploma in pittura all’Istituto di Arte Bernardino di Betto e prosegue gli studi artistici frequentando l’accademia di Belle Arti Pietro Vannucci, specializzandosi in scultura, Durante il suo iter è la madre, che è sarta, a insegnargli a cucire. Così nasce sia la sua attività artistica che il suo brand di moda: Mamumble.

Ingresso solo su prenotazione: upcontemporarygallery@gmail.com
3887331842

Fonte : Roma Today