Casal Bruciato, 80 famiglie senz’acqua da un mese: cittadini bloccano la strada

Due cassonetti dell’immondizia posti al centro della strada bloccano il traffico dalle 11.00 di lunedì mattina. A protestare sono gli inquilini del civico 145 di via Diego Angeli, nel quartiere Casal Bruciato, che denunciano l’assenza di acqua negli appartamenti del Comune da circa un mese. “Il disagio dipende da un guasto alla pompa dell’acqua, non andremo via fino a quando il problema non sarà risolto” hanno spiegato alcuni manifestanti raggiunti al telefono. Intanto sul posto sono giunte le forze dell’ordine.

“Siamo stati abbandonati – hanno detto gli inquilini che in strada questa mattina rappresentano le 80 famiglie rimaste senz’acqua – In questi giorni ci sono stati sopralluoghi ma nulla è stato risolto e nessun intervento è stato apportato agli impianti”. La mancanza dell’acqua negli appartamenti, oltre a creare disagi alle famiglie, ha comportato anche una serie di ulteriori problematiche nelle singole abitazioni, come la rottura dello scaldabagno. “Siamo in contatto con il Dipartimento e ci aspettiamo l’invio di tecnici sul posto”.

Dai recenti sopralluoghi non è cambiato nulla: “Abbiamo chiesto ai tecnici di lasciare un recapito per monitorare anche le tempistiche di intervento ma non lo hanno fatto, le famiglie sono state abbandonate” ha detto Elena Pinsone, residente del quartiere.

Dal Partito Democratico del IV Municipio: “Promesse non mantenute dal Movimento Cinque Stelle, inutili gli slogan sul rilancio delle periferie che restano solo nel loro libro dei sogni” – ha commentato Massimiliano Umberti, ex capogruppo dem di via Tiburtina.

Fonte : Roma Today