Coronavirus Roma, sale ancora il numero delle terapie intensive. Nel Lazio fatti oltre 106mila vaccini

Se sabato aveva lasciato ben sperare, domenica il numero di pazienti ricoverati nelle terapie del Lazio è nuovamente aumentato: sono ora 296 i malati gravi di Covid negli ospedali, comunque meno dei 326 (dato peggiore del 2021) dello scorso 12 gennaio. Nel frattempo, a Roma, sono diminuiti i contagi calcolando i 534 di ieri, a fronte dei 628 di sabato e dei 662 di venerdì. 

Complessivamente, su oltre 11 mila tamponi nel Lazio e oltre 12 mila antigenici – per un totale di oltre 23 mila test – si sono registrati 1.243 casi positivi e 1.088 nuovi guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 11%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 5%. 

17 gennaio-2

Made with Flourish
Made with Flourish

Nel Lazio 77.510 i casi positivi 

Restano sotto quota 80mila i casi positivi nel Lazio: sono oggi 77.510 i contagiati, 134 in più nelle ultime 24 ore. Calano i ricoverati: sono infatti 2.766 (-26 in un giorno), ma sale di 10 unità il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva: sono 296 contro i 286 di sabato.

Mentre, sempre rispetto al 16 gennaio, sono 4.399 i morti contro i 4.378 di sabato (+21 decessi nelle ultime 24 ore). Superano quota 107mila i guariti: sono quindi 107.734, 1.088 in più nelle ultime 24 ore. Il totale dei casi esaminati superano quota 189mila: sono oggi 189.643 (+1.243 rispetto a sabato).

Oltre 106mila vaccini somministrati nel Lazio

Nel Lazio si è superata la quota delle 106 mila dosi di vaccino anti Covid somministrate, di cui il 6% a over 80 anni. Lo riferisce l’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato: “Domenica mattina presso l’istituto Spallanzani sono iniziate le prime somministrazioni dei richiami, al momento grazie agli accantonamenti del 30% effettuati e non risultano difficoltà per le prossime due settimane sui richiami”. 

Nelle giornate di lunedì e martedì sono previste le nuove consegne del vaccino Pfizer. Mentre nell’ambito dei test sulla scuola, su oltre 28 mila prenotazioni disponibili per effettuare gratuitamente i test antigenici per gli studenti, i posti prenotati ed utilizzati sono stati 10.406 pari a circa il 36%.

Il monito di Vaia sui vaccini 

E prorpio dallo Spallanzani è arrivato l’invito del direttore sanitario dell’Inmi Francesco Vaia, invitando gli over 80 a non presentarsi all’istituto per senza la prenotazione: “Domenica è stata una bella giornata. Siamo felici di aver vaccinato tante persone. I medici dello Spallanzani non sono abituati a mandare indietro nessuno, ma ovviamente non si può vaccinare all’infinito in questo momento con le dosi che abbiamo a disposizione. Chiediamo quindi che i cittadini ‘over 80’ si prenotino attraverso la Asl ed evitino di presentarsi senza prenotazione allo Spallanzani”.  

vaccini-7

Fonte : Roma Today