Alec Guinness odiava i dialoghi di Star Wars e non sapeva chi fosse Harrison Ford

Alec Guinness che stasera torna in tv con Il piccolo Lord è certamente uno degli attori inglesi più famosi ed amati. Parte della sua notorietà dipende dalla sua partecipazione alla trilogia originale di Star Wars nel ruolo del maestro Jedi Obi-Wan Kenobi ma, sembra che questa esperienza non sia stata delle più felici.

In una lettera di circa 45 anni fa indirizzata all’amica Anne Kaufman l’attore scriveva di odiare i dialoghi ideati per Una nuova speranza e di trovare incredibilmente insopportabile il suo personaggio.

“Nuovi dialoghi spazzatura mi arrivano a giorni alterni su fogli di carta rosa e nessuno di questi rende il mio personaggio chiaro o quantomeno sopportabile”.

L’attore aggiungeva poi di essere annoiato dal dover lavorare con attori poco conosciuti che quotidianamente lo facevano sentire come un ultracentenario chiedendogli consigli sulla recitazione: “Devo andare in studio e lavorare con… Mark Hamill e Tennyson Ford. Ah no forse Ellison. Beh comunque, un giovane magro e languido di cui non ricordo il nome che probabilmente è intelligente e divertente. Ma, oh, Dio, Dio, mi fanno sentire novantenne e mi trattano come se avessi 106 anni. Oh, ecco Harrison Ford. Hai sentito parlare di lui?”.

Insomma sembra che Alec Guinness non fosse proprio convinto di questa esperienza lavorativa e che se ne lamentasse spesso e volentieri con amici e parenti. Nonostante tutto però l’attore inglese comprese sin da subito le potenzialità del franchise e anche se non era totalmente nelle sue corde, riuscì a strappare un contratto stratosferico, che prevedeva una lauta percentuale sugli introiti del film. Guinness ha guadagnato oltre 3,3 milioni di dollari all’anno per Star Wars per un totale di circa 85 milioni di dollari. Insomma, poco male per quella che definiva una favola spazzatura.

Dal canto suo, Mark Hamill ha molto apprezzato la collaborazione con Alec Guiness.

Fonte : Everyeye