Probabili formazioni Serie A della 18^ giornata: ultime news dai campi

Tutte le ultime sulle probabili formazioni direttamente dagli inviati di Sky. Antonio Conte ha pochi dubbi, Pirlo recupera McKennie e Chiesa con Pirlo che potrebbe puntare sul duo Chiellini-Bonucci, Pioli ritrova Ibra. Calhanoglu però è a forte rischio. Manolas ha lavorato in gruppo nel Napoli. Tegola Spezia: fuori Nzola

Mettetevi comodi perchè ci sono davvero tantissime sfide interessanti in questo lunghissimo weekend di Serie A. Siamo a 180′ dalla fine del girone d’andata e in questo turno la classifica, visti i due big match, subirà sicuramente nuovi scossoni. Derby di Roma e Derby d’Italia. Difficile chiedere di meglio. Gli scontri d’alta classifica però creano più di un dubbio ai fantallenatori. Il tempo stringe e bisogna scegliere.

Come sempre, per tutte le notizie ‘di campo’, ci affidiamo allo squadrone degli inviati di Sky Sport. Grazie al loro prezioso lavoro, le 20 squadre di A avranno pochi ‘segreti’. Qualcuno aspetterà fino all’ultimo per sciogliere dubbi e ballottaggi, altri hanno già in mente chi schierare. Diamo quindi uno sguardo alle notizie che arrivano dai 20 ritiri di Serie A.

SAMPDORIA-UDINESE, sabato ore 20:45

Sampdoria, Jankto squalificato

Ufficiale l’arrivo di Ernesto Torregrossa, che vestirà la numero 9, in casa Samp. L’attaccante, salvo sorprese, dovrebbe partire dalla panchina. Ranieri dovrà sostituire lo squalificato Jankto: a sinistra si candida Dasmgaard. Tonelli non è al meglio ma proverà a esserci: con Bereszynski confermato a destra, in caso di assenza dell’azzurro ecco il duo Yoshida-Colley. Dubbio là davanti: Quagliarella è rimasto a parziale riposo nell’ultima uscita, Keita sembra dare le giuste garanzie ma occhio anche a Verre e Ramirez, con il primo in leggero vantaggio sul secondo

Udinese, dove gioca Pereyra?

C’era una volta la formazione dell’Udinese che in molti sapevano quasi a memoria. Gotti però, tra recuperi e nuovi infortuni, può giocarsi il jolly Pereyra. L’argentino infatti può occupare tre posizioni, permettendo quindi al mister bianconero, di puntare anche su altri nomi: in mediana Walace e Arslan si giocano una maglia, Mandragora potrebbe fare l’interno ma c’è anche l’ipotesi De Paul regista. Davanti è recuperato Deulofeu ma al posto di Nestorovski potrebbe giocare…Pereyra che quindi sarà titolare ma la domanda è: dove? Mezzala, esterno e trequartista alle spalle di Lasagna. Queste le possibili opzioni

NAPOLI-FIORENTINA, domenica ore 12:30

Napoli, rientrano Koulibaly e Manolas

Contro la Fiorentina non ci sarà Di Lorenzo (squalificato) mentre Manolas ha recuperato quasi a tempo di record dal suo problema ed è a disposizione. Koulibaly dopo la Coppa Italia rientra dal 1′ anche in campionato. In attacco doppia soluzione: o tridente leggero e arretramento di Zielinski in mediana, oppure triplo trequartista con Petagna boa d’attacco

Fiorentina, recuperato Ribery

Punti di domanda in quasi tutti i settori del campo per la Fiorentina di Cesare Prandelli. In difesa monitorato Pezzella, non al meglio. Con Milenkovic e Igor potrebbe toccare a Martinez Quarta. Venuti e Caceres si giocano una maglia sulla destra. In mezzo torna Castrovilli ma c’è Borja Valero in dubbio. Bonaventura o Pulgar le possibili soluzioni per sostituire l’ex Inter. Davanti invece Ribery è recuperato e potrebbe anche tornare dal primo minuto. Al momento resta il ballottaggio con il grande ex di turno: Callejon

CROTONE-BENEVENTO, domenica ore 15

Crotone, Mazzotta a sinistra. Davanti favorito Riviere

Cinque indisponibili tra i rossoblù: Reca è squalificato e in infermeria ci sono Marrone, Molina e Cigarini. In più c’è sempre Benali che non ha ancora pienamente risolto il problema al polpaccio. Djidji va verso la conferma in difesa. A sinistra dovrebbe toccare a Mazzotta  mentre una possibile soluzione a centrocampo potrebbe prevedere l’arretramento di Messias. A quel punto in attacco spazio al duo Simy-Riviere. Al momento però va per la maggiore un 3-5-2 con Vulic ed Eduardo Henrique in mediana con Riviere al fianco di Junior Messias là davanti

Benevento, Schiattarella positivo

Nuovo indisponibile per Pippo Inzaghi: alla già lunga lista di presenze in infermeria si è aggiunto anche Schiattarella, risultato positivo al Covid-19. In mediana quindi c’è in pole Bryan Dabo visto che Improta dovrebbe agire sulla destra. Effetto domino invece in caso di utilizzo di Maggio con Ionita e Improta che giocherebbero in mezzo al campo assieme a Hetemaj. Con doppio posto libero alle spalle di Lapadula, Sau e Insigne potrebbero spuntarla su Caprari.

SASSUOLO-PARMA, domenica ore 15

Sassuolo, doppia assenza in mediana

Ballottaggio nel duo davanti alla difesa per De Zerbi che però deve fare i conti con la squalifica di Obiang e con l’indisponibilità di Bourabia. Restano solo Locatelli, Lopez e Magnanelli. Tre candidati per due maglie e al momento ci sono Locatelli e Lopez in lotta per entrare nella formazione iniziale. Ancora assente Berardi con Traorè confermato a sinistra. Djuricic e Boga completeranno il pacchetto di trequartisti alle spalle di Ciccio Caputo. Sulla destra favorito Muldur, a sinistra si può rivedere Kyriakopoulos.

Parma, emergenza totale per D’Aversa

Esordio con sconfitta per Roberto D’Aversa che contro il Sassuolo vuole trovare i primi punti della sua gestione-bis in casa Parma: le assenze però sono davvero tante e le opzioni molto limitate. Oltre agli infortunati c’è da registrare la squalifica di Hernani. In difesa out Bruno Alves. Sohm o Grassi potrebbero essere dirottati sulla corsia destra difensiva. In mediana quindi si candida Cyprien. Kucka è di nuovo disponibile visto che ha lavorato col gruppo e dovrebbe essere buttato nella mischia con Gervinho e Cornelius a completare il tridente d’attacco.

ATALANTA-GENOA, domenica ore 18

Atalanta, Djimsiti favorito

Da quando sono finite le Coppe, l’Atalanta viaggia meglio di tutte le altre. La squadra di Gasperini è tornata a macinare gol e punti con impressionante regolarità. Per la sfida contro il Genoa si potrebbero rivedere gli stessi 11 che erano partiti dal primo minuto contro il Benevento. Tra gli unici ballottaggi quello difensivo tra Djimsiti e Palomino. In attacco Muriel appare ancora in svantaggio sul duo Ilicic-Zapata. Sulla trequarti occhio alle condizioni di Pessina che è da valutare a causa di un affaticamento ai flessori. In caso di forfeit, dentro uno tra Malinovskyi e Mirachuk

Genoa, chi con Shomurodov?

Il rientro di Goldaniga dalla squalifica permette a Ballardini di avere un’ulteriore alternativa nella linea a tre. Probabile quindi che con tutta questa ‘abbondanza’, Criscito possa essere schierato come esterno sinistro di centrocampo. Dall’altra parte Zappacosta manderebbe in panchina Ghiglione. Zajc, Badelj e Behrami dovrebbero essere presenti nella distinta iniziale mentre in attacco Shmurodov pare essere certo del posto. Molto probabilmente avrà Destro al suo fianco ma non è così scontato viste le forti candidature di Scamacca e Pjaca. Pandev recuperabile per la panchina

INTER-JUVENTUS, domenica ore 20:45

Inter, formazione anti-Juve quasi fatta

Non dovrebbero esserci grosse sorprese per quel che riguarda l’XI titolare nerazzurro di domenica sera. Nessun dubbio in difesa con De Vrij che in Coppa Italia è entrato solo nel secondo tempo e con Bastoni che invece ha riposato. In mediana Vidal è in pole e, salvo ripensamenti, Gagliardini partirà dalla panchina. A sinistra invece Darmian è reduce dall’infortunio contro la Roma e Young pare in vantaggio su Perisic. Il croato non ha avuto un impatto positivo negli ultimi minuti giocati all’Olimpico. Davanti Lautaro Martinez affiancherà Lukaku

Juventus, recuperati Chiesa e McKennie

Un’oretta in Coppa Italia per esserci anche contro l’Inter? Forse: Giorgio Chiellini chiaramente ci spera. A San Siro la ‘vecchia guardia’ bianconera potrebbe ritrovarsi. Il tandem Bonucci-Chiellini stuzzica non poco Pirlo e i tifosi, ma ‘Chiello’ resta comunque in ballottaggio con Demiral. Danilo e Frabotta sono al momento titolari in attesa di conoscere lo status di Cuadrado e Alex Sandro. Ai box Dybala, ci saranno invece Chiesa e McKennie, completamente recuperati dai rispettivi acciacchi. Possibile nuova panchina (iniziale) per Kulusevski.

CAGLIARI-MILAN, lunedì ore 20:45

Cagliari, Ounas scalpita. Duncan già in formazione?

Rispetto alla gara persa contro la Fiorentina, non ci saranno grossi sconvolgimenti di formazione da parte di Eusebio Di Francesco. Resta da capire la questione Duncan: il nuovo rinforzo rossoblù arrivato da Firenze non è escluso che possa subito scendere in campo. In difesa ritroverà posto Zappa mentre Oliva uscirebbe dal radar dei titolari solo con la promozione immediata di Duncan. Davanti cerca spazio Ounas ma il duo Joao Pedro-Sottil potrebbe escludere l’ex Napoli dall’Xi di partenza

Milan, Calhanoglu probabilmente out

Il suo ingresso contro il Torino (in campionato) aveva fatto esultare (da casa) i tifosi. I 45 minuti contro il Torino (in Coppa Italia) ci hanno detto che Zlatan è pronto per riprendersi il suo posto in attacco. In Sardegna però mancherà uno dei ‘rifornimenti’ di Zlatan ovvero Leao. Il portoghese deve infatti scontare un turno di squalifica. A Milanello venerdì non si sono visti né Theo Hernandez né Calhanoglu, che hanno saltato la sessione d’allenamento. Il terzino è tornato al lavoro mentre il 10 rossonero non si è visto neppure sabato e quindi molto probabilmente non sarà a disposizione di Pioli lunedì sera

Fonte : Sky Sport