Tatarstan, fuorilegge i libri di Said Nursi, teologo islamico del dialogo

Said Nursi (1878-1960) ha cercato una modernizzazione dell’Islam attraverso il sufismo, in dialogo con la scienza e con le altre religioni. Ha ispirato anche Fethullah Gülen, ora disprezzato dalla leadership politica turca. Incomprensibile l’accusa di “estremismo” alle sue opere bandite. In passato aveva proposto un’alleanza con il patriarca di Costantinopoli contro l’ateismo.

Mosca (AsiaNews) – La Procura della repubblica del Tatarstan, la regione dei tatari che fa parte della Federazione Russa, ha chiesto al tribunale della città di Naberezhnye Chelny, popoloso centro al confine tra Europa e Asia, di condannare come estremiste tutte le opere del teologo islamico curdo Bediuzzaman Said Nursi (1878-1960), pensatore sunnita fautore del dialogo tra scienza e religione. Al tribunale sono stati segnalati 47 libri e alcune raccolte di scritti, per un totale di 163 titoli pubblicati in tataro, russo e turco; il tribunale ha preso in esame la richiesta il 12 gennaio, e la seconda sessione è stata convocata per il prossimo 25 gennaio.

A rispondere delle accuse di estremismo sono stati convocati alcuni abitanti di Naberezhnye Chelny, a cominciare da Nakija Sharifullina (foto 4), indicata come organizzatrice delle attività dell’associazione estremistica sunnita Nurcular, insieme ad altre sette donne a lei collegate. Rimandati a giudizio anche i tipografi che hanno stampato i libri in oggetto, la fondazione culturale Nuru-Badi, il centro “spirituale-imprenditoriale” Islam-Nuri e perfino l’amministrazione religiosa dei musulmani della repubblica del Tatarstan.

La commissione che ha esaminato i testi di Nursi era composta da tre specialisti dell’università pedagogica statale di Naberezhnye Chelny, uno psicologo criminalista, un linguista e uno storico delle religioni. Secondo loro, i libri fungono da ispirazione per le attività estremiste del Nurcular, e sono molto vicini ad altre pubblicazioni già considerate “estremiste” in Russia, perché spingono al conflitto tra le religioni, alla violenza fino all’annientamento degli avversari e alla superiorità di alcuni cittadini su altri in base alla loro appartenenza religiosa.

La commissione tatara somiglia molto alle commissioni che anni fa dichiararono “fuorilegge” i testi dei Testimoni di Geova, perché non compatibili con le “interpretazioni ortodosse” della Bibbia. In questo caso si tratta di interpretazioni non tradizionali del Corano: Said Nursi è noto come esponente di un movimento piuttosto moderato all’interno dell’Islam, che tentava di convincere la parte più secolarizzata della Turchia ai tempi di Ataturk a tornare alla religione. Certamente sosteneva la superiorità della religione musulmana rispetto alle altre religioni e filosofie, ma senza appelli alla violenza.

Autore di un commento coranico di oltre 6000 pagine tradotto in 50 lingue (Risale-i-Nur, le “Lettere della Luce”), Nursi cercava punti di contatto tra il Sufismo, la mistica musulmana, e le scienze moderne; il suo pensiero è stato molto rivalutato nella Turchia attuale, come ispiratore del sogno neo-ottomano di rinascita dell’Islam. Negli anni ’50 cercò addirittura di coinvolgere il patriarcato ecumenico ortodosso in una unione interreligiosa contro l’ateismo e l’immoralità del mondo moderno. Una delle personalità che si sono ispirate al suo pensiero è Fethullah Gülen, ora disprezzato dalla leadership politica turca.

In una nota del 2004, il Consiglio dei Muftì di Russia ha esaltato Nursi come “uno dei più grandi teologi musulmani”, le cui opere sono “quanto di più lontano dal conflitto o l’istigazione alla divisione”, di contenuto assolutamente apolitico e privo di qualsiasi polemica.

Le donne del Nurcular cercano di attenersi alle prescrizioni coraniche con particolare passione per gli incontri di gruppo, non solo nelle moschee e nei luoghi deputati al culto e alla catechesi islamica, ma anche nelle case e in libere aggregazioni. Proprio queste forme di esperienza religiosa, molto liberali e poco controllabili sono le più invise alle autorità russe e tatare ufficiali.

Fonte : Asia