Roma e Lazio ultimo giorno in zona gialla, da domani zona arancione: cosa cambia

Era stato stato ampiamente annunciato nei giorni scorsi, ma ieri è arrivata l’ufficialità con la firma del ministro Roberto Speranza: da domenica 17 gennaio Roma e il Lazio passano dalla zona gialla alla zona arancione, con ulteriori restrizioni nella speranza così di “raffreddare” come ormai siamo abituati a dire, la curva dei contagi di coronavirus.

Oggi – sabato 16 gennaio – è così l’ultimo giorno di zona gialla nel Lazio e da domani, per la prima volta dall’istituzioni del sistema a fasce, la capitale e tutta la regione escono dall’area di rischio più lieve. La speranza è che gli indicatori nelle prossime settimane segneranno un’inversione di tendenza, così da non entrare in zona rossa.

Ultimo weekend dunque per una gita fuori porta o per visitare le seconde case: oggi è infatti possibile andare fuori e domani è autorizzato il rientro nel proprio domicilio. Ma oggi è anche l’ultimo giorno – almeno finché il Lazio non uscirà dalla zona arancione – per andare a pranzo fuori.

Zona arancione nel Lazio: cosa cambia da domani

Ma cosa cambia da domani con il passaggio da zona gialla a zona arancione? Prima di tutto bar e ristoranti che in zona gialla possono rimanere aperti con il servizio al tavolo fino alle 18.00, possono invece effettuare solo il servizio da asporto (fino alle 18.00) o le consegne a domicilio. Nessun cambiamento per gli orari dei negozi che possono rimanere aperti fino alle 21.00. Altra differenza sostanziale riguarda gli spostamenti: se in zona gialla ci si può muovere all’interno della regione da un comune all’altro, in zona arancione non si può uscire dal comune di residenza senza giustificato motivo. Su tutto il territorio nazionale rimane il divieto di spostamento tra regioni. Nessun cambiamento per il coprifuoco: è consentito uscire liberamente dalle 5.00 alle 22.00. In zona gialla inoltre riapriranno musei e gallerie.

Fonte : Fanpage