Gls Piacenza, i facchini vincono ancora in tribunale: salvi i posti di lavoro

Redazione 15 gennaio 2021 19:19

Ottime notizie per i facchini licenziati nel magazzino Gls di Piacenza, che erano stati licenziati dopo aver scioperato in difesa della sicurezza sul posto di lavoro: non è andato a buon fine il tentativo di Seam di far annullare la sentenza con la quale venivano reintegrati

La conferma arriva da una nota dell’Unione Sindacale di Base (Usb): ”La Corte d’appello di Bologna ha infatti riconosciuto la validità della precedente pronuncia secondo cui erano fondate le motivazioni degli scioperi e la legittimità delle loro forme, riconoscendo infine che nessuno può “ragionevolmente” mettere in discussione il diritto dei lavoratori a promuovere il principale strumento di difesa a loro disposizione: cioè lo sciopero”.

”Per l’ennesima volta USB e i lavoratori in lotta – conclude la nota – hanno dimostrato che si può vincere combinando il sacrificio, la pluralità delle forme di conflitto e soprattutto la determinazione nel non arretrare di un millimetro nella rivendicazione dei propri diritti. Oggi nella logistica c’è un po’ meno illegalità, ma per farla trionfare occorre battere il sistema malato degli appalti e affermare il sindacalismo onesto e di classe”. In tutto i lavoratori coinvolti nel licenziamento, e poi reintegrati, erano 33

Fonte : Today