Case Rosse: cambia il piano particolareggiato, si punta ad un quartiere ‘aperto e sostenibile’

Saranno individuate le opere pubbliche prioritarie e il sistema viario insieme ai parcheggi sarà razionalizzato. Non solo, anche gli spazi pubblici e le aree verdi subiranno delle modifiche al fine di prevedere un parco intorno alle strutture abitative. Lo ha deciso la giunta capitolina approvando una delibera che prevede una nuova pianificazione del piano regolatore del quartiere Case Rosse, a ridosso della via Tiburtina, Municipio IV. “Finalmente sarà possibile garantire ai cittadini che vivono a Case Rosse una visione unitaria del loro quartiere garantendo la possibilità di usufruire dei servizi necessari, di verde e spazi pubblici, di un sistema viario ben organizzato, un nucleo urbano in cui tutto realmente raggiungibile facilmente e a piedi” ha commentato Luca Montuori, assessore all’Urbanistica in Campidoglio.

La delibera approvata in giunta punta l’attenzione sulle aree ex abusive a partire dalla individuazione di nuovi tessuti urbani al pari di altre parti di città da ristrutturare. “Un quartiere aperto, sostenibile e autonomo”, questi i perni intorno cui ruota la nuova pianificazione di Case Rosse. All’interno del quartiere sono poi individuati due perimetri per Programmi specifici di rigenerazione urbana (PRINT) per incentivare la collaborazione pubblico privata per realizzare i servizi pubblici mancanti.

“Un lavoro pensato guardando a chi questi luoghi li vive. E’ per questo che sono state individuate le opere pubbliche prioritarie fondamentali al consolidamento di una identità locale e di comunità. La dimensione del quartiere Case Rosse consente di indicare anche una strada per aggiornare gli strumenti di pianificazione osservando le trasformazioni e aggiornando il PRG” ha aggiunto Montuori. Soddisfazione anche da parte della sindaca Virginia Raggi: “E’ fondamentale che anche questi quartieri della nostra città, sorti decenni fa in aree ex abusive, siano dotati di tutte le infrastrutture, le strade, i servizi necessari per la vita dei cittadini. Grazie a questo lavoro finalmente potremo raggiungere l’obiettivo”.

Fonte : Roma Today