​Presidente Taiwan al Papa: condividiamo invito a promuovere cultura della cura

In una lettera a Francesco, Tsai Ing-wen scrive che Taiwan ha attivamente abbracciato uno spirito di compassione ed empatia sin dall’inizio della pandemia, anche condividendo le sue competenze di successo nella gestione delle malattie con altri Paesi.

Taipei (AsiaNews/Agenzie) – Il presidente di Taiwan Tsai Ing-wen (nella foto) ha inviato una lettera a Papa Francesco in risposta al messaggio per la 54ma Giornata mondiale della pace del 1° gennaio, sostenendo il suo appello a superare le differenze, a condivdere e lavorare insieme per prevalere contro sfide formidabili.

Nel messaggio intitolato “Una cultura della cura come via per la pace”, Papa Francesco afferma che il COVID-19 ha aggravato crisi profondamente interconnesse e causato grandi sofferenze e difficoltà. Egli sperava che quest’anno avrebbe permetterà all’umanità di avanzare sulla via della fraternità, della giustizia e della pace.

Tsai ha detto di essere pienamente d’accordo con le parole del Papa in un momento in cui il coronavirus sta rompendo le famiglie e lasciando innumerevoli persone in difficoltà. Nella lettera, Tsai scrive che Taiwan ha attivamente abbracciato uno spirito di compassione ed empatia sin dall’inizio della pandemia, anche condividendo le sue competenze di successo nella gestione delle malattie con altri Paesi. Allo stesso tempo, continua a offrire assistenza umanitaria per sostenere coloro che ne hanno bisogno, aggiunge, citando donazioni di denaro, cibo e dispositivi di protezione individuale dati ai Paesi di tutto il mondo.

Tsai, poi, concorda con papa Francesco sul fatto che tutta l’umanità condivide lo stesso pianeta e che quindi nessuno dovrebbe essere emarginato dalla rete globale di sanità pubblica. In tale logica, osserva, l’esclusione di Taiwan dall’Organizzazione mondiale della sanità e la sua assenza dall’Assemblea mondiale della sanità dal 2017 sono chiari ostacoli alla ricerca della pace.

Il documento sostiene, infine, che Taiwan sta continuando il suo cammino come Paese guidato dai diritti umani. La realizzazione di riforme giudiziarie e il perseguimento della giustizia sociale dimostrano l’impegno del governo e del popolo per questi ideali.

Fonte : Asia