Janis Joplin, ‘Pearl’ usciva 50 anni fa. Quella notte con Patti Smith e le iniziative

Pensi a Janis Joplin e tra le prime cose che ti vengono in mente c’è inevitabilmente l’iconica copertina del suo ultimo album in studio, con la cantante vestita da fricchettona seduta su una poltrona, sorridente di fronte al fotografo. “Pearl” usciva esattamente cinquant’anni fa, l’11 gennaio del 1971. Fu l’ultimo album di inediti di Janis Joplin, pubblicato postumo: tre mesi prima, il 4 ottobre del 1970, il corpo della cantante fu ritrovato senza vita nella stanza del Landmark Motor Hotel di Los Angeles, al 7047 di Franklin Avenue di Hollywood. Morte accidentale causata da overdose di eroina, stabilirono i medici legali. Il corpo venne cremato e le sue ceneri sparse nell’Oceano Pacifico.

Il disco

Janis Joplin aveva iniziato a registrare le canzoni poi incluse dalla Columbia nel disco nell’estate del 1970, insieme ai suoi collaboratori. Tra i brani registrati c’era anche “Cry baby“, un brano soul originariamente inciso da Gamet Mimms e the Enchanters nel ’63, che la cantante interpretò in maniera decisamente più energica e grintosa: la versione più celebre, oggi, è proprio la sua. “Cry baby” venne incluso nel “lato a” di “Pearl”, assieme a “Move over”, “A woman left lonely”, “Half moon” e “Buried alive in the blues”. Sul “lato b” vennero invece incluse “My baby”, “Me and Bobby McGee” (scritta da Kris Kristofferson e Fred Foster e originariamente interpretata da Roger Miller – Gianna Nannini nel ’79 ne incise una versione in italiano per l’album “California”, lo stesso della hit “America”), “Mercedes Benz”, “Trust me” e “Get it while you can”.

Il ricordo di Patti Smith, quella notte a New York

Sul titolo dell’album, “Pearl”, c’è un aneddoto che riguarda Janis Joplin e che ha per protagonista anche Patti Smith, raccontato dalla Sacerdotessa del Rock nel suo libro “Just kids”, pubblicato per la prima volta nel 1970, memoir sugli anni della relazione che legò la Smith al fotografo Robert Mapplethorpe. Nella parte del libro ambientata nella New York del Chelsea Hotel, albergo di Manhattan noto per aver ospitato per lunghi periodi scrittori, musicisti e poeti, da Dylan a Leonard Cohen passando per la stessa Janis Joplin, Patti Smith racconta di una notte trascorsa in compagnia proprio della collega:

“Janis trascorse gran parte della festa in compagnia di un bel ragazzo che le piaceva, ma poco prima dell’orario di chiusura il tizio se la svignò con una delle sue leccapiedi più carine. Janis ne fu sconvolta. ‘Capita sempre a me, amico. Un’altra notte da sola’, singhiozzava sulla spalla di Bobby. Bobby mi chiese di portarla al Chelsea e di tenerla d’occhio. Io riportai Janis in camera sua e le feci compagnia mentre si lagnava della malasorte. Prima di andarmene le dissi di aver scritto una canzone per lei, e gliela cantai. Janis Disse: ‘Quella sono io, amica. È la mia canzone’. Quando feci per andarmene si guardò allo specchio, e sistemò i boa di piume. ‘Come ti sembro amica?’. ‘Una perla’, le risposi. ‘Una perla di ragazza'”.

Le celebrazioni, tra riedizioni, mostre, libri e fumetti

Per celebrare il cinquantennale di “Pearl” sono state organizzate varie attività. Il sito JanisJoplin.com pubblicherà un’esclusiva capsule collection che include una collaborazione con l’estate di Barry Feinstein, l’acclamato fotografo di celebrità che ha realizzato l’iconica copertina dell’album (l’artista, che collaborò anche con Dylan, George Harrison e i Rolling Stones, tra gli altri, è venuto a mancare nel 2011), mentre la Rock & Roll Hall of Fame di Cleveland curerà una mostra speciale dedicata a Janis, “Pearl” e ad altri artisti, dal prossimo maggio. Genesis Publications e Janis Joplin Estate hanno annunciato l’imminente pubblicazione di un nuovo libro in edizione limitata, “Janis Joplin: Days & Summers – Scrapbook 1966-68” Scritto da persone che hanno veramente conosciuto Janis e da coloro che sono stati ispirati da lei, il contenuto del libro fornisce un racconto affascinante della straordinaria vita della cantante.

Saranno presenti anche elementi inediti tratti dal suo archivio personale, comprese le lettere che scrisse alla sua famiglia ed un album di ritagli risalente agli anni delle scuole superiori 1956-59. In programma per aprile 2021, Vinyl Me, Please in collaborazione con Columbia/Legacy pubblicherà un’.edizione limitata di “Pearl” da collezione stampata su vinile bianco 180gr dell’album, seguita a luglio 2021 dall’edizione limitata Box Set (UltraDisc One-Step 180g 45RPM 2LP) masterizzata a partire dai Master Tapes originali con il processo One-Step di Mobile Fidelity, stampata a RTI su MoFi SuperVinyl per una qualità del suono ottimale – a cura del Mobile Fidelity Sound Lab. Infine, la Janis Joplin Estate e Z2 Comics annunicano di avere in programma l’uscita di Pearl Comix, una graphic novel scritta da Leah Moore: ogni capitolo di Pearl Comix è ispirato a una delle canzoni di Janis Joplin ed è illustrato da artisti di tutto il mondo.

Fonte : Rockol