Da oggi 11 gennaio la Lombardia resta in zona arancione: le regole per spostamenti, negozi e bar

Dopo il weekend del 9 e 10 gennaio, la Lombardia rimarrà in zona arancione anche oggi lunedì 11 gennaio e fino al 15 gennaio. Dopo l’ultimo monitoraggio dell’Istituto superiore della sanità e del ministero della Salute infatti è stato deciso di lasciare nella fascia di criticità media la regione lombarda che almeno fino al 15 gennaio dovrà dunque attendersi alle norme anti Covid in vigore nelle zone arancioni. In particolare ad essere coinvolti gli spostamenti e i bar e ristoranti, oltre alle attività commerciali.

Cosa cambia per gli spostamenti

Per quanto riguarda gli spostamenti, questi ultimi sono consentiti sempre dalle 5 alle 22 all’interno del proprio comune, mentre gli spostamenti tra comuni diversi sono consentiti solo da comuni con una popolazione non superiore ai 5.000 ed entro i 30 chilometri. Sono poi vietati gli spostamenti verso i capoluoghi di provincia così come rimangono vietati gli spostamenti in entrata e in uscita dalla Regione, tranne che per comprovate esigenze lavorative, salute o di necessità.

Aperte le attività commerciali

Per quanto riguarda le attività commerciali invece, sono consentite tutte le attività commerciali al dettaglio e i servizi alla persona. Dunque non solo i negozi che vendono generi alimentari o di prima necessità ma anche le altre categorie merceologiche potranno rimanere aperti. Questo farà sì che le persone possano continuare a usufruire dei saldi che sono iniziati ieri giovedì 7 gennaio. Rimangono chiusi nei giorni festivi e prefestivi invece i centri commerciali e i mercati coperti, salvo la rivendita di generi alimentari e altre specifiche categorie merceologiche.

Le regole per bar e ristoranti in zona arancione

Continuano a rimanere abbassate le saracinesche di bar e ristoranti. Almeno fino al 15 gennaio per loro sarà consentito solo l’asporto fino alle 22, quando scatta il coprifuoco, e il servizio a domicilio senza limiti di orari.

Fonte : Fanpage