L’effetto del Natale sui contagi: come sono aumentati nell’ultimo mese

I contagi aumentano. 19.978 i casi di positività registrati nelle ultime 24 ore su oltre 172mila tamponi processati. Ieri i nuovi casi erano stati 19.533 su circa 140mila test. Il tasso di positività scende, ma di poco, e passa dal 12,5% all’11,6. Insomma, non è ancora finita. Si direbbe anzi che l’aumento di questi giorni, peraltro ampiamente previsto dai virologi, sia diretta conseguenze delle feste natalizie o del periodo immediatamente precedente.

La notizia positiva è che l’epidemia è tutto sommato ancora sotto controllo. Non c’è stata per ora nessuna impennata drammatica come quella che sta conoscendo il Regno Unito dove, anche a causa della variante più contagiosa di Sars-Cov-2, ieri sono stati registrati oltre 68mila contagi. Resta il fatto che i casi aumentano anche da noi. Se prendiamo in esame i casi registrati tra lunedì e sabato, la variazione rispetto alla media delle ultime quattro settimane è pari al +9%, mentre i tamponi sono diminuiti dell’8%.

  • questa settimana: 102.040
  • scorsa settimana: 93.530
  • due settimane fa: 86.220
  • tre settimane fa: 96.982
  • quattro settimane fa: 96.947

Insomma, da un mese non venivano registrati così tanti casi.

Sostanzialmente stabile rispetto alla scorsa settimana il numero di decessi (oggi 483).

Decessi tra lunedì e sabato

  •  questa settimana: 3.062
  •  scorsa settimana: 3.060
  • due settimane fa: 2.828
  •  tre settimane fa: 3.927
  • quattro settimane fa: 3.958
  • cinque settimane fa: 4.610
  • Variazione rispetto alla media delle ultime quattro settimane – decessi: -11 % (fonte Davide Torlo, Twitter).

La buona notizia di oggi è il leggero calo dei ricoverati con sintomi (-53), ma in realtà se guardiamo al grafico ci rendiamo conto di come la curva sia ormai perfettamente piatta.

Come del resto quella delle terapie intensive il cui saldo oggi aumenta di sei unità. Sono invece 183 gli ingressi nei reparti di area critica nelle ultime 24 ore: un dato tutto sommato sovrapponibile a quello dei giorni scorsi.

Insomma, dal punto di vista della situazione degli ospedali siamo in una sorta di plateau. La curva dei ricoveri non scende, ma neppure sta salendo. E questo, tutto sommato, e anche guardando alla situazione degli altri Paesi, è un dato positivo.  

Fonte : Today