Mette a soqquadro casa dei genitori, poi colpisce il padre 80enne con una sedia e gli rompe le costole

Ha picchiato il padre con una sedia rompendogli le costole dopo aver messo a soqquadro la casa dei genitori. E’ accaduto intorno alle 19:00 di giovedì pomeriggio in zona Val Melaina. La telefonata al 112 da parte della moglie della vittima, che ha denunciato l’aggressione in atto del marito da parte del figlio.    

Quando gli agenti della Polizia di Stato della Sezione Volanti e del  III Distretto Fidene Serpentara sono giunti sul posto, ancora in strada,  hanno udito le urla di un uomo ed il rumore di suppellettili infranti. Entrati immediatamente nell’appartamento, trovato completamente a soqquadro, sono riusciti a bloccare l’aggressore che, armato di bastone ha iniziato a minacciarli.

Intimoriti, i due genitori hanno raccontato ai poliziotti, delle continue angherie e violenze subite da circa 10 anni da parte del figlio. Durante lo sfogo, il padre dell’uomo, quasi 80enne, ha accusato un malore ed è stato fatto trasportare con l’ambulanza in ospedale dove, più tardi, gli veniva diagnosticata la frattura dell’arco interiore della IX e X costa nonché un trauma addominale procuratogli dai colpi inferti con una sedia durante l’aggressione.

In lacrime la donna ha raccontato che, proprio a causa dell’alcolismo cronico, il figlio era stato allontanato dalla loro abitazione costretto così a trasferirsi in un’altra provincia.    

Malgrado ciò però il 52enne romano, abitualmente tornava a casa dai genitori ed ogni volta li aggrediva minacciandoli. Accompagnato negli uffici di polizia, l’uomo, ancora in escandescenza, è stato arrestato e dovrà rispondere di lesioni e maltrattamenti in famiglia nonché di violenza, minaccia, resistenza a Pubblico Ufficiale.

Fonte : Roma Today