MasterChef 10, Irish e Sedighe sono fuori dai giochi. Le interviste

Nel corso della puntata di ieri sera (Scopri qui che cosa è successo), ne abbiamo avuto la prova: la competizione è sempre più serrata e i giudici Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciulo e Giorgio Locatelli, puntata dopo puntata, alzano l’asticella e si fanno sempre più esigenti. Le aspettative nei confronti dei concorrenti, rimasti in sedici a contendersi il titolo di decimo MasterChef italiano (LO SPECIALE), sono altissime. Abbiamo raccolto a caldo i commenti dei due eliminati che loro malgrado si ritrovamo fuori dai giochi. Ecco cosa ci hanno raccontato Irish e Sedighe.

dalla cloche killer al Yorkshire Pudding

MasterChef 10: i momenti migliori dell’episodio 7 e 8. FOTO

Tutto ha inizia con un piatto di gnocchi della tradizione italiana che sappia raccontare una storia e sia capace di regalare emozioni, è questo infatti il tema della Mistery Box della quarta puntata durante la quale i concorrenti danno il meglio di sé. La ricetta di Daiana conquista al primo assaggio e la concorrente si aggiudica un bel vantaggio che andrà a discapito di Irish. La cloche killer dell’invention test gli sarà fatale, il giovane presenta un piatto crudo (i giudici non riescono a degustarlo) ed è il primo a essere eliminato. Tra i peggiori della serata però c’è anche Sedighe, la 32enne originaria di Teheran ingoia il boccone amaro della sconfitta ed esce di scena. 

i commenti di Irish e sedighe dopo l’eliminazione

Irish: Ero tra quelli che aveva vinto due prove di fila, ero sereno e tranquillo, non credevo di uscire e non credevo di essere stato tra i peggiori, non avendo mai dovuto affrontare un pressure test. Sono stato eliminato al primo errore, forse la mia sensibilità mi ha messo in difficoltà, ho fatto fatica con gli ingredienti, avrei dovuto volare più basso e portare a casa il risultato.
Sedighe: Ho più volte detto che me l’aspettavo, ma non così in fretta, sinceramente pensavo di avere più tempo per dimostrare le mie capacità, aspettavo di esserci dentro un po’ di più. Ma è anche vero che ci sono persone più brave di me.

Per chi fai il tifo?
Irish:
Anche umanamente parlando Antonio e Federica per me sono una spanna al di sopra degli altri. 
Sedighe: Antonio, è una persona molto preparata, ha studiato tanto, ma anche Jia Bi è molto brava.
 

Qualche rimpianto?
Irish: Sicuramente avrei voluto farmi conoscere meglio, sono uscito troppo in fretta. Ero convinto di dimostrare il mio talento, mi sono sentito un po’ privato di questa possibilità.
Sedighe: Anche a me è dispiaciuto non aver dimostrato di più, avrei voluto cucinare ancora nelle cucine di MasterChef, a casa con mio figlio è impossibile (scherza n.d.r.).
 

Qual è stato l’errore fatale e se doveste rifare il piatto?
Irish:
 Ho cercato di stupire provando a creare qualcosa all’altezza di MasterChef, avrei dovuto cucinare meglio, allungare le cotture, in altre parole avrei dovuto volare più basso senza voler “strafare”.
Sedighe:
Io ero abbastanza stressata e non riuscivo a concentrarmi bene su quello che dovevo fare, avrei voluto fare una crespella salata più presentabile, sul dolce invece sono soddisfatta.
 

Progetti futuri?
Irish: 
MasterChef è stato per me uno spartiacque e mi ha fatto capire che il cibo è il mio pane quotidiano ed è il settore in cui voglio avere successo.
Sedighe (fa la regista n.d.r.)Ho ricominciato a lavorare sui cortometraggi e cerco di andare avanti nell’ambito dell’arte, mi piace comunicare attraverso questo aspetto. La cucina resta una delle mie passioni, ma non credo possa diventare il mio mestiere. L’idea di stare dieci ore in cucina non fa per me.

Fonte : Sky Tg24