Ian McKellen fa mea culpa: ‘Fui insensibile nei confronti di Elliot Page’

Il coming out di Elliot Page ha inevitabilmente attirato l’attenzione del mondo del cinema nei mesi scorsi: tanti sono stati i messaggi di supporto immediatamente arrivati all’attore in privato e via social, tra cui anche quello di Ian McKellen. La star de Il Signore degli Anelli, però, crede di avere qualcosa da rimproverarsi.

Nel corso di un’intervista, infatti, McKellen ha ammesso di esser stato piuttosto indisponente nei confronti di Page sul set di X-Men, non rendendosi conto di quanto l’attore potesse trovarsi in difficoltà a causa di qualche vicenda personale.

Ricordo Elliot Page, sul set di X-Men, eravamo seduti vicini quanto lo siamo noi ora. Avrei dovuto parlare quando loro avrebbero finito, ma non riuscivo a sentire una parola di quello che stessero dicendo. Nessuno riusciva a sentire. Quindi dissi: ‘Senti, se non puoi alzare la voce, mi fai un segno con le mani quando hai finito così so che hai smesso di parlare?’ E poi, anni dopo, hanno fatto coming out e non smettono più di parlare. Avete sentito tutto. Ed ora… Loro sono Elliot. E mi sento davvero in colpa per non aver intuito quanto fossero in difficoltà nel comunicare allora” ha spiegato McKellen.

Lo stesso McKellen, comunque, appoggiò pubblicamente il coming out di Elliot Page dopo la sentita lettera dell’attore; Page, intanto, ha ringraziato i fan di The Umbrella Academy per il supporto ricevuto in questi ultimi tempi.

Fonte : Everyeye