Auguri di viaggio: dieci luoghi da amare nel 2021

CENOTE DZITNUP, Valladolid, Messico – I cenotes sono antiche grotte di origine calcarea che contengono profondi laghi di acqua dolce di trasparenza straordinaria, generati dallo scioglimento di antiche sacche di ghiaccio. Sono molto diffusi nella regione messicana dello Yucatan, un tempo abitata dai Maya. Queste grotte sono spesso collegate tra loro da fiumi sotterranei, nei quali si può nuotare, osservando un ecosistema straordinario. 

BIMMAH SINKHOLE, Oman – Questa spettacolare dolina carsica è larga tra i 50 e i 70 metri e racchiude una pozza di acqua cristallina dal colore verde smeraldo. È situata all’interno dell’Hawiyat Najm Park, a circa 600 metri dal mare, tra le città di Ḑibāb e Bimmah; si è formata probabilmente a seguito di un cedimento del terreno, anche se, secondo le popolazioni locali, è frutto dell’impatto di un meteorite.  

MAR MORTO, Giordania/Israele – È un grande lago salato situato tra Israele, Giordania e Cisgiordania, a circa 415 m sotto il livello del mare, nella depressione più profonda della Terra. Si è formato a causa di millenni di evaporazione delle acque non compensate da quelle provenienti degli immissari. L’alto grado di salinità non consente la sopravvivenza di alcuna forma di vita, ad eccezione di alcuni tipi di batteri, e rende impossibile il nuoto, ma l’esperienza di questo galleggiamento estremo è straordinaria.  

LAGO POWELL, Arizona, Usa – Si trova nel Glen Canyon, al confine tra gli Stati di Arizona e Utah, ed è uno specchio d’acqua artificiale, nato dalla costruzione di una diga sul fiume Colorado.  Le acque cristalline del lago creano un incantevole contrasto con le formazioni rocciose rosa che le circondano.  

MONT SAINT-MICHEL, Francia – Con un bisticcio di parole potremmo definirlo un’isola sulla terraferma: quando la marea si ritira, lo sperone di roccia si cui è costruito il borgo svetta sulla spiaggia, ma quando le acque salgono lo circondano da ogni parte, in uno spettacolo naturale unico al mondo, da ammirare almeno una volta nella vita.

MAUSOLEO DI GALLA PLACIDIA, Ravenna – È uno scrigno in blu e oro, interamente coperto di spettacolari mosaici. Gli ambienti raccolti e l’illuminazione soffusa, filtrata dalle piccole finestre in alabastro, ne fanno un gioiello dell’arte in cui emozionarsi profondamente. 

ZACINTO, Grecia – Un’isola in cui immergersi in una tavolozza di colori e trasparenze tra il turchese e lo smeraldo, in cui il mare e le rocce costiere creano uno spettacolo unico. Archi naturali, faraglioni candidi, vegetazione lussureggianti e, tra le onde, la possibilità di vedere da vicino le tartarughe caretta-caretta e perfino di nuotare accanto a loro. E, tra le altre, la celebre Spiaggia del Relitto.

LAGO RETBA, Senegal – Questo specchio d’acqua si trova a nord-est di Dakar, nella parte settentrionale della penisola del Senegal. La colorazione rosa intenso delle sue acque è dovuta alla presenza di una alga che rilascia un pigmento rosso: diventa più evidente durante la stagione secca a causa delle elevate temperature e dell’evaporazione che acuiscono anche il già alto livello di salinità.  

ZANZIBAR, Tanzania – Un vero paradiso in terra per chi ama il mare. Il suo nome significa “Isola dello zenzero” dal nome della spezia che qui viene coltivata e commercializzata da secoli. l’arcipelago è uno dei luoghi più rappresentativi della cultura swahili.

CAPO NORD, Norvegia– È un promontorio falesia situato nella parte più settentrionale della Norvegia, oltre il Circolo Polare Artico. È quindi uno dei punti di osservazione più gettonati in cui ammirare il sole di mezzanotte. Questo fenomeno astronomico si verifica nelle regioni polari: il sole non scende sotto l’orizzonte per periodi che vanno da almeno 24 ore a 6 mesi. Una meraviglia da ammirare almeno una volta nella vita. 

Fonte : TgCom