Cos’è questa storia dei cani morti fulminati mentre vanno a spasso coi loro padroni

Redazione 07 gennaio 2021 11:55

Una morte atroce per il povero animale, uno shock per il suo proprietario. A Milano Caos, un cagnolino, è morto folgorato nei pressi delle Colonne di San Lorenzo, per colpa di una scarica elettrica. Oggi il leghista Gabriele Abbiati ha scritto e depositato un’interrogazione al sindaco e alla giunta, che verrà  discussa.

Caos, il cane morto a Milano

I fatti risalgono al pomeriggio del 30 dicembre, con Milano ancora imbiancata dalla nevicata. Non sarebbe un caso isolato: almeno altri tre cani sono morti per lo stesso motivo, due a Cesano Boscone e uno a Bareggio, come racconta MilanoToday.

Il giovane proprietario di Caos, il ventenne studente e modello Lapo, che era a passeggio con lui, l’ha portato immediatamente in una clinica veterinaria, ma non c’è stato nulla da fare: “Caos è morto, tra le mie braccia, folgorato da un faretto della luce nel centro di Milano. Ultimo non è stato un sospiro, ma un grido di dolore disperato. Un grido che si diffondeva nella piazza, raggiungeva I volti, gli occhi delle persone intorno a noi” ha scritto in un toccante post su Facebook.

Caos è stato folgorato da una scarica elettrica di 170 volt rilasciata da un faro dell’illuminazione della piazza, rimasto senza coperture e a contatto con la neve e il ghiaccio. Non deve succedere. Abbiati chiede che venga fatta una ricognizione di tombini, lampade e ogni altro “vettore di corrente” facilmente raggiungibile dagli animali.

I cani fulminati per strada dopo le nevicate

A Cesano Boscone qualche giorno fa un altro cagnolino aveva appoggiato la zampa su un tombino mentre, insieme al suo padrone, attraversava la via. E in un attimo è stramazzato al suolo, già privo di vita: fulminato in strada a causa di una “fuga di corrente” dovuta – stando alle prime informazioni – alla fitta nevicata delle ore precedenti. Come ha detto il sindaco Simone Negri, nella stessa giornata si sono verificati altri quattro episodi identici in altri comuni del Milanese. 

“Le nevicate fanno sì che acqua, neve e ghiaccio finiscano nei tombini e che si creino dei ponti – ha spiegato -. Appena i cani mettono le zampe nell’acqua vengono fulminati. È una cosa che non dovrebbe succedere perché questi impianti dovrebbero essere isolati. Sono cose oggettivamente molto fastidiose e cercheremo di capire cosa è successo”.

Un altro cane è morto in strada per una scossa elettrica,

Fonte : Today