I fan di Donald Trump all’assalto del Congresso

Redazione 06 gennaio 2021 20:54

L’ora più buia degli Stati Uniti, un’azione senza precedenti. Tensioni a Washington e il Congresso è in lockdown. Disordini nella capitale, dove decine di migliaia di sostenitori del presidente uscente Donald Trump si sono radunati, in concomitanza con la sessione congiunta del Congresso che deve certificare la vittoria elettorale di Joe Biden. I lavori congiunti di Camera e Senato per confermare la vittoria di Biden sono stati sospesi.

Disordini a Washington, Congresso in lockdown

Secondo quanto riportano le tv Usa, alcuni manifestanti hanno forzato i cordoni di sicurezza attorno a Capitol Hill e sono riusciti ad entrare all’interno del complesso.

Alcuni video mostrano gruppi di manifestanti che si muovono all’interno degli edifici e avanzano davanti agli agenti. Il Campidoglio, riferisce la Cnn, è in stato di lockdown per motivi di sicurezza. Un dipendente dell’emittente ha cercato di lasciare il complesso ma non ha ricevuto il permesso di uscire ed è stato fermato dalle forze dell’ordine. La Capitol Police, la forza di polizia di Washington addetta alla sicurezza di Capitol Hill, ha chiesto rinforzi, dopo essere stata sopraffatta dai manifestanti.

“Non ci arrenderemo mai, non concederemo mai” la vittoria, ha detto davanti a loro Trump: alle sue parole è seguito un assalto al Campidoglio che ha bloccato la seduta. Mai visto nulla del genere. Se scene del genere fossero avvenute in altre zone del mondo, si parlerebbe forse di tentato colpo di stato.

ErEo1pwUcAA7y6r-2

Foto Mike Baker/Twitter. E’ già la foto simbolo del 2021?

Fonti della Cnn riferiscono inoltre che numerosi dispositivi sospetti sono stati trovati all’interno del complesso e due edifici sono stati evacuati a seguito del ritrovamento di un pacco sospetto.

[embedded content]

“Siamo sotto assedio”. Migliaia di persone assediano il Congresso degli Stati Uniti, chiamato a certificare la vittoria di Joe Biden alle elezioni Usa 2020, e dall’interno di un edificio del complesso di Capitol Hill i giornalisti twittano immagini della situazione ad altissima tensione. Gruppi di manifestanti, dopo aver partecipato al rally a cui è intervenuto Donald Trump, hanno sfondato i cordoni di sicurezza e sono entrati all’interno del complesso. Alcuni video mostrano gruppi di manifestanti che si muovono all’interno degli edifici e avanzano davanti agli agenti. In più di un filmato si vede una porta colpita ripetutamente con violenza da persone che cercano di entrare, mentre all’esterno si sente il coro “Usa, Usa”.

Fonte : Today