Borat 2, Maria Bakalova ha risentito la babysitter del film: “Una telefonata commovente”

Se Borat – Seguito di film è stato il trampolino di lancio per Maria Bakalova, per la quale si parla di una possibile nomination all’Oscar, e la scena con Rudy Giuliani è stata quella più discussa, uno degli aspetti più teneri del film è stata la relazione tra il personaggio della giovane attrice, Tutar, e la babysitter Jeanise Jones.

Quest’ultima è tra i personaggi “inconsapevoli” del sequel, e i suoi consigli e incoraggiamenti a Tutar ne hanno fatto anche uno dei più positivi, se non l’unico. Maria Bakalova ha recentemente raccontato al Los Angeles Times di aver finalmente incontrato Jeanise Jones al di fuori del suo personaggio.

“Jeanise è un vero angelo. Probabilmente penserò sempre a lei come alla mia madrina, un vero eroe e life coach ha raccontato. “Voleva solo aiutare questa ragazza a diventare una donna forte. Abbiamo avuto una vera connessione umana sin dal primo giorno che ci siamo incontrate. L’ho chiamata il giorno del Ringraziamento: era il mio primo Ringraziamento americano, ed è stato anche il migliore. Ero così felice di parlare con lei che ho iniziato a piangere. Quando giravamo è stato molto difficile per me, perché volevo dirle di non preoccuparsi per me. È un ottimo esempio di quanto sia importante essere una brava persona e prendersi cura degli altri.”

Maria Bakalova aveva avuto parole di elogio per Jeanise Jones anche durante il tour promozionale di Borat 2. “Non è un’attrice: voleva solo aiutare Tutar e Tutar ad apprezzarsi, a seguire i suoi sogni e ad istruirsi. Abbiamo bisogno di persone come Jeanise: è un angelo.”

Per altri approfondimenti su Borat 2, rimandiamo al monologo più difficile di Maria Bakalova e al cameo di Tom Hanks.

Fonte : Everyeye