Parco Talenti, il benvenuto tra cartelloni decadenti: “Sono pericolosi, vanno rimossi”

Hanno atteso quasi vent’anni prima che una parte importante di Parco Talenti, 40 ettari di verde attrezzato dovuti dai costruttori per la realizzazione delle cubature del Rione Rinascimento, venisse consegnata ai cittadini: ma oggi quell’area tanto apprezzata dall’intero quadrante, è “deturpata” dalla presenza dei vecchi cartelloni pubblicitari della società che ha realizzato il parco. 

Parco Talenti vede la luce: dopo quasi vent’anni verde e centro anziani tornano ai cittadini 

Una parete di ferri arrugginiti e insegne logore che fa da biglietto da visita al Talenti: gioiello verde della zona. Nonostante dalla consegna siano ormai passati due anni e richieste per la rimozione dei pannelli siano state numerose, nessuno è mai intervenuto. Alle scritte “ufficiali” si sono sostituiti scarabocchi e tag. 

Così il Coordinamento Rete Ecologica Roma Montesacro, l’insieme delle realtà che per anni si sono battute per la realizzazione e il completamento del Parco Talenti, torna a far sentire la propria voce: “A più di due anni dalla consegna alla cittadinanza di una parte importante di Parco Talenti, notiamo con rammarico che gli ingombranti, obsoleti e anche pericolosi cartelloni pubblicitari dell’Impreme (la società che per convenzione ha realizzato il parco), sono ancora lì numerosi, a deturpare una bellissima area verde ormai frequentatissima” . La richiesta è quella di una rimozione immediata. “Che cosa si aspetta per toglierli?” – si domanda il Coordinamento.
 

Fonte : Roma Today