Ecco dove potresti andare a Natale se il tuo comune fosse grande come Roma

Il meglio di Wired Trends: ecco cosa ci aspetta nel 2021

Il Dpcm del 3 dicembre impedisce di uscire dal proprio comune durante le feste. Molti affermano che questo provvedimento penalizzi chi vive nei piccoli centri. Wired ha calcolato di quanto

(foto: Kookay da Pixabay)

Divieto di uscita dal proprio comune nelle giornate del 25 e 26 dicembre e del 1° gennaio. Si tratta di una delle norme contenute nel Dpcm del 3 dicembre più contestate. I critici sottolineano come questa decisione penalizzi chi vive nei piccoli comuni rispetto a chi abita nelle grandi città.

Come per esempio Roma, che con i suoi 1.285 chilometri quadrati di superficie è il terzo comune più grande d’Italia (i primi due sono Altopiano della Vigolana e Madruzzo in provincia di Trento). Ora, Wired ha provato a mappare quanto ci si potrebbe muovere a Natale se ogni comune avesse le dimensioni della capitale. Il risultato è questo:

Per costruire questa mappa, non ce ne vogliano i romani, si è ipotizzato che Roma abbia la forma di un cerchio. E, a partire dall’area, si è ricavato il raggio, pari a 20,22 chilometri. Dopodiché si è disegnato sulla mappa un cerchio di queste dimensioni. Basta usare il filtro sopra la mappa, selezionare il proprio comune, e scoprire fin dove ci si potrebbe spingere durante le feste. Ammesso e non concesso, appunto, che il proprio comune di residenza avesse le stesse dimensioni di quello della capitale.

Un piccolo esperimento di gamification che permette però di capire cosa significhi calare un provvedimento legislativo nella realtà. Superfluo ripetere che non neghiamo affatto l’impatto del Sars-Cov-2, né l’importanza di osservare le regole per contenere la pandemia.

Per permettere un colpo d’occhio che metta a confronto tutti i comuni d’Italia sulla base della loro superficie, infine, Wired ha realizzato anche questo grafico:

I filtri nella parte alta consentono di selezionare una regione e una provincia, così da poter restringere il campo dell’analisi. A questo si aggiunga che la superficie mediana dei comuni italiani è pari a 22,18 chilometri quadrati. E si capisce perché molti abbiano contestato la decisione dell’esecutivo.

Fonte : Wired