I ragazzi assembrati in un locale senza mascherina che hanno pestato un vigile dopo la multa

Redazione 04 dicembre 2020 11:42

Stavano facendo un aperitivo in un locale ieri pomeriggio intorno alle 17.30 – in un orario ancora consentito dalle restrizioni imposte dal Dpcm – e molti di loro erano senza mascherina. Sul posto, ai Parioli a Roma, è intervenuta una pattuglia della polizia locale: i vigili urbani hanno invitato i ragazzi, una ventina in tutto, ad indossare i dispositivi di sicurezza. Per tutta risposta, i due vigili urbani sono stati aggrediti prima verbalmente e poi fisicamente, tanto da costringere uno di loro a dover ricorrere alle cure dell’ospedale.

I vigili aggrediti a Roma da un gruppo di ragazzi senza mascherine

I ragazzi si sono rifiutati di indossare le mascherine. Inevitabile la multa, ma nel momento in cui uno dei vigili stava redigendo le sanzioni (variabili dai 400 ai 1000 euro) è stato spintonato e colpito alle spalle con un calcio e poi fatto cadere a terra da un ragazzo intenzionato a strappargli il verbale dalle mani. In venti contro due, per riportare la situazione alla normalità è stato poi necessario l’intervento di altre pattuglie.

L’agente ferito è stato trasportato in ambulanza al Policlinico Umberto I: dieci giorni di prognosi per lui. I suoi colleghi hanno identificato tutti e venti i giovani che hanno aggredito il vigile urbano. Tra loro anche il presunto aggressore, un ventenne romano, la cui posizione è ora al vaglio dell’autorità giudiziaria per il reato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Il “furbetto” recidivo che esce dal comune e dalla regione di residenza con una scusa assurda 

Fonte : Today