Nuovo Dpcm, quarantena per chi torna dall’estero e per turisti che arrivano in Italia

in foto: Immagine di repertorio

Gli italiani che si troveranno all’estero per turismo tra il 21 dicembre e il 6 gennaio al rientro dalle vacanze dovranno fare la quarantena. Stessa cosa per i turisti stranieri in arrivo in Italia nello stesso periodo. Lo ha dichiarato il premier Giuseppe Conte questa sera, nell’illustrare i contenuti del nuovo Dpcm, varato appositamente per il periodo delle vacanze natalizie. Quello che si vuole evitare è che le persone si rechino all’estero, in paesi dove le misure sono meno stringenti, per festeggiare le festività senza restrizioni. “Si tratta chiaramente di una misura dissuasiva”, ha spiegato Conte durante la conferenza stampa. L’obiettivo è raffreddare la curva dei contagi, attualmente in calo in tutta Italia. Contagi, che potrebbero subire però un’impennata nel periodo delle feste, dove ci si tende a riunire con molte persone scambiandosi gesti di affetto per Natale e Capodanno.

Conte: “Se non stiamo attenti, a gennaio terza ondata”

“Abbiamo riportato l’Rt sotto 1, ora sta a 0,91“, ha esordito Conte in conferenza stampa. “Abbiamo registrato un calo negli accessi ai pronto soccorso e nei ricoveri nelle terapie intensive. Nel giro di un paio di settimane tutte le regioni saranno in zona gialla. È un dato significativo dato che nelle aree rosse gli uffici e le fabbriche sono rimasti aperti, e i piccoli sono andati a scuola. Siamo riusciti a evitare un lockdown generalizzato“. Dati positivi, quelli illustrati da Conte, che però potrebbero essere minati nel mese di dicembre. “Sono in arrivo le feste natalizie – ha continuato – Se le affrontassimo con le misure delle aree gialle, l’impennata è inevitabile. Siamo quindi costretti a introdurre misure con altre restrizioni. La strada per uscire dalla pandemia è ancora lunga, dobbiamo scongiurare una terza ondata a gennaio”.

Vietati spostamenti tra Comuni e verso seconde case

Con il nuovo Dpcm del Governo Conte sono vietati gli spostamenti su tutto il territorio nazionale dal 21 dicembre al 6 gennaio. Stop anche agli spostamenti verso le seconde case, mentre è permesso sempre il rientro alla propria residenza o domicilio. Il 25, 26 dicembre e il primo gennaio sono vietati gli spostamenti anche tra comuni. Confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino, mentre sarà esteso tra il 31 dicembre e il primo gennaio dalle 22 alle 7 del mattino. È fortemente sconsigliato passare le festività con persone non conviventi.

Fonte : Fanpage