Psycho Killer, 5 cose che (forse) non sai sul leggendario singolo dei Talking Heads

Il 2 dicembre 1977 i Talking Heads pubblicavano uno sei singoli più importanti e fondamentali non solo della loro carriera ma per l’intera evoluzione della New Wave: Psycho Killer.
Tratto dal loro album di debutto Talking Heads: 77 racconta una storia sinistra piena di riferimenti e curiosità legate non solo all’ispirazione per la scrittura del brano ma anche sull’origine della canzone, ben più remota rispetto alla stessa fondazione della band.

Scopriamo insieme cinque cose che (forse) non conosci su Psycho Killer

FU LA PRIMA CANZONE SCRITTA DELLA BAND

Psycho Killer è stata la prima canzone dei Talking Heads. Fu scritta nel 1973 alla Rhode Island School of Design (RISD), dove David Byrne e il batterista Chris Frantz avevano una band chiamata The Artistics. Quando Byrne presentò la canzone al gruppo, spiegò che voleva alcune parole giapponesi sul bridge del brano, ma quando chiese  a una ragazza che parlava la lingua di inventare alcune parole che richiamassero in qualche modo un omicidio, lei comprensibilmente andò fuori di testa. La ragazza di Frantz, Tina Weymouth, parlava francese, quindi le fecero scrivere una parte in francese per quella sezione del brano.

L’ISPIRAZIONE FU ALICE COOPER

Il testo di questa canzone ci porta direttamente nella testa di un assassino squilibrato. Tutto iniziò quando il frontman dei Talking Heads David Byrne decise di scrivere qualcosa con le tematiche già affrontate da Alice Cooper, il cui shock rock era di gran moda all’epoca. Il protagonista della canzone ammette di essere un killer psicopatico e ci avverte di scappare.

ALFRED HITCHCOCK

Il film Psycho del 1960 del grande regista Alfred Hitchcock fu d’ispirazione per la ragazza del batterista Chris Frantz per la scrittura di un verso (oltre a quello in francese) contenuto nel brano:

You start a conversation you can’t even finish it
You’re talking a lot, but you’re not saying anything
When I have nothing to say, my lips are sealed
Say something once, why say it again?

Byrne poi inserì la frase in francese “Qu’est-ce que c’est?” (che significa “Cos’è questo?”), seguita da un avvertimento balbettato che significa “Meglio lontano, corri via!”
Fa-fa-fa-fa-fa-fa-fa-fa-fa-far better
Run, run, run, run, run, run, run away

LE PRIME ESECUZIONI LIVE CON I THE ARTISTICS E LA FONDAZIONE DELLA BAND

David Byrne e Chris Frantz suonarono il brano un paio di volte nel 1974 con la loro band dell’epoca, i The Artistics. Nello stesso anno, dopo il diploma di Frantz e Tina Weymouth alla Rhode Island School of Design (RISD) si trasferirono insieme a David Byrne in un misero appartamento a New York City: Tina divenne la loro bassista e chiamarono il loro nuovo gruppo Talking Heads. A partire dal maggio 1975, la band suonò al CBGB in apertura ai Ramones. La scaletta era composta da Psycho Killer e pochi altri brani, tra cui Warning Sign, Love Goes to Building on Fire e 96 Tears. Attirarono l’attenzione di varie etichette discografiche e alla fine hanno firmaono il loro contratto discografico con la Sire Records. Dopo aver aggiunto il chitarrista Jerry Harrison al gruppo, pubblicarono il loro album di debutto, Talking Heads: 77, nel 1977

IL VERO KILLER PSICOPATICO

Nell’estate del 1977 un vero killer psicopatico terrorizzò la città di New York. David Berkowitz, “Son Of Sam”, terrorizzò la cittàprima di essere catturato il 10 agosto dopo aver ucciso sei persone. Molti all’epoca sospettarono che la canzone parlasse di lui, ma in realtà venne scritta molti anni prima.

Fonte : Virgin Radio