Covid, Iva Zanicchi: “Prima di morire, mio fratello mi ha mandato un messaggio. Mi rimarrà sempre dentro”

Redazione 02 dicembre 2020 08:28

“Per me era come un figlio”. Così Iva Zanicchi, 79 anni, ricorda il fratello Antonio, scomparso il 25 novembre dopo aver contratto il coronavirus. Reduce anch’essa da una battaglia contro la covid, la cantante racconta al settimanale Di Più gli ultimi, strazianti giorni di vita dell’uomo, “colpito in modo devastante dal virus”. 

Morto il fratello di Iva Zanicchi: “Ti ho amato come un figlio”

Morto il fratello di Iva Zanicchi, l’ultimo messaggio

“E’ morto in un letto dello stesso ospedale in cui ero stata ricoverata”, dice Iva. “Antonio è stato colpito dal Coronavirus in modo devastante. Il virus ha preso i polmoni in modo devastante, in maniera più violenta rispetto a me. Si è diffuso velocemente e gli ha messo in crisi tutti gli organi. Poi lui era cardiopatico e questa sua condizione un po’ traballante non lo ha aiutato a reagire, a migliorare. Ha vissuto una brutta agonia”.

Antonio Zanicchi era un pensionato dell’Eni, con la passione per la pittura e la scrittura. Poco prima di andarsene, ha voluto registrare un videomessaggio per la sorella. Un filmato che Iva ha poi ottenuto dai medici. “Mi ha dedicato il suo ultimo videomessaggio. Prima che lo sedassero mi ha salutato dicendo che ci voleva molto bene. Mi rimarrà dentro per sempre questa cosa”. 

Iva Zanicchi e la famiglia colpita dal coronavirus

Un po’ di sollievo invece arriva dalla sorella, anch’essa ricoverata per Covid-19: “Sta migliorando, ne sta uscendo bene. Ma siamo provate dalla perdita di Antonio”. Sembra stia rientrando, poi, la malattia dello compagno storico Fausto Pinna, colpito da tumore la scorsa primavera.  

Iva Zanicchi: “Mio marito ha un tumore, mi è crollato il mondo addosso”

È iniziata i primi di novembre la battaglia di Iva Zanicchi contro il coronavirus. Il contagio, ha spiegato, è avvenuto proprio in famiglia. Per qualche giorno i sintomi erano sotto controllo, poi la cantante si è aggravata ed è stato necessario il ricovero in ospedale, a Vimercate, dove è rimasta una settimana. Ero piena di dolori alle anche e alle articolazioni, ma ho pensato: ‘Teniamo duro, passerà’ – ha raccontato – Poi invece il virus è cambiato, mi è venuto un po’ di affanno, è iniziata la bronchite. Mi sono misurata la febbre, avevo 37.6. Ho chiamato il medico, mi ha detto: ‘Comincia a prendere l’antibiotico’. Non sarei andata al pronto soccorso se non fosse stato per Alessandro delle Iene, che ha insistito”.

Fonte : Today