“Vicini e connessi”, l’iniziativa del Ministero per l’innovazione a favore della digitalizzazione dei negozi di prossimità

Se in prima battuta le piccole attività commerciali potevano dirsi spiazzate dalla velocità con cui la pandemia ha sovvertito le dinamiche dei consumi, con una forte accelerazione sul fronte digitale, adesso aggiornare i propri canali risulta un imperativo: a partire da questo assunto, il progetto Solidarietà Digitale, l’iniziativa del Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, avvia un nuovo capitolo con l’iniziativa “Vicini e Connessi“, rivolta in particolar modo a commercianti, locali e negozi di prossimità al fine di promuovere le proprie attività attraverso piattaforme e servizi digitali.

Lo scopo, in tempi di limitazioni dei movimenti dovuti al Covid-19 ma anche in futuro, è di salvaguardare e accrescere le dimensioni della propria clientela per tutti quei fornitori di prossimità, piccoli esercizi locali e di quartiere e botteghe artigiane, che potranno adoperare strumenti innovativi e gratuiti, dalle piattaforme di commercio elettronico, ai fornitori di servizi di logistica e consegna a domicilio: “Usate nell’interesse della collettività – spiegano dal Ministero – le nuove tecnologie possono essere utili per ridurre le difficoltà negli approvvigionamenti di persone che possono muoversi meno di prima e contrastare i rischi di chiusura di piccole aziende altrimenti danneggiate da un calo della domanda”.

Sul sito di Solidarietà Digitale è possibile per i commercianti ricercare tra un elenco di servizi gratuiti quelli che meglio rispondono alle loro esigenze. Con “Vicini e Connessi” i piccoli esercizi locali e di quartiere e le botteghe artigiane possono vendere i propri prodotti e servizi attraverso piattaforme di commercio online, portali e altri strumenti digitali per rendere acquistabili in rete i prodotti in vendita nei propri negozi; ricevere supporto e assistenza informatica; effettuare le consegne a domicilio; promuovere e valorizzare il commercio di prossimità, anche attraverso azioni di comunicazione e pubblicità.

Tra le prime offerte solidali raggiunte c’è quella di Google, che mette a disposizione strumenti e corsi gratuiti. “Questo momento pone più che mai l’attenzione sull’urgenza del processo di trasformazione digitale – sottolinea Fabio Vaccarono, Vice President di Google – che le imprese commerciali italiane si trovano a intraprendere per affrontare le sfide del presente e per crescere. L’e-commerce di prossimità è un elemento fondamentale della digitalizzazione, permette di superare le barriere fisiche imposte dalla pandemia a vantaggio delle persone, così come dell’economia locale. Sono numerosi gli strumenti che da tempo mettiamo a disposizione di negozi e commercianti per favorire l’e-commerce di prossimità, insieme ai nostri progetti di formazione sulle competenze digitali, in linea con gli intenti del nostro progetto Italia in Digitale avviato per accelerare la ripresa economica del Paese e dedicato alle piccole e medie imprese”.

Fabio Vaccarono-2
Fabio Vaccarono, Vice President di Google

Con “Google My Business” i negozi possono creare senza costi il loro profilo e, in questo modo, avere una vera e propria vetrina digitale per farsi trovare su Ricerca Google e Google Maps. I commercianti possono mantenere costantemente aggiornate le informazioni relative alla propria attività, come per esempio gli orari d’apertura, possono inoltre mettere in evidenza informazioni importanti per migliorare l’esperienza dei clienti, soprattutto in questo periodo di incertezze: è possibile specificare per esempio se un’attività prevede per l’opzione di “Consegna a domicilio”, “Ritiro all’esterno” o “Ritiro in negozio”. 

Schede dei prodotti gratuite sono invece disponibili tramite la scheda di “Google Shopping“: grazie a questo strumento è possibile mostrare a chi sta cercando un prodotto – e magari si trova vicino – la disponibilità della merce, magari per acquistarla online e ritirarla in negozio. Con “Grow my Store“, è possibile fornire supporto senza costi anche a coloro che vogliono creare un sito internet e vendere online autonomamente. Inserendo l’indirizzo del proprio sito web e cliccando sul pulsante “inizia” si avvierà l’analisi del sito e il commerciante riceverà consigli pratici e informazioni personalizzate. Con “Google Digital Training” è possibile fruire di corsi senza costi e universalmente accessibili con lo scopo di sviluppare o acquisire nuove competenze digitali. All’interno del sito è disponibile un’ampia selezione in lingua italiana dalla quale è possibile scegliere i temi più interessanti per portare la propria attività online, promuoverla  e valorizzarla grazie al digitale.
 

Fonte : Today