Meteo, svolta gelida sull’Italia: crollano le temperature, neve anche in pianura

Redazione 01 dicembre 2020 11:51

La svolta è vicina, anzi imminente. Si annuncia una settimana difficile sul fronte meteo con l’Italia che farà i conti con la prima vera ondata di freddo della stagione. Insomma, come spiegano da 3Bmeteo, l’inverno “entrerà prepotentemente sulla scena italiana”. E visto che siamo a dicembre non è neppure lecito stupirsene. Secondo il meterologo Edoardo Ferrara, la penisola sarà attraversata da un vortice freddo che porterà pioggia, vento e neve in collina o a tratti anche in pianura al Nord. Un primo peggioramento è atteso già domani, mercoledì 2 dicembre,  con la formazione di un vortice freddo tra Ligure e Tirreno, in successivo spostamento verso l’Adriatico. “Ci attendiamo piogge e rovesci diffusi al Centronord – spiegano da 3Bmeteo -, in successiva estensione al Sud entro giovedì con rischio nubifragi e forti temporali sul versante tirrenico. Farà freddo, tanto che la neve cadrà a quote basse al Nord, a tratti anche in pianura specie su basso Piemonte, Emilia, mista a pioggia tra Lombardia, Veneto e alto Friuli”. 

Meteo, ecco le città colpite dalla neve

Già, ma dove nevicherà nelle specifico? Secondo il meterologo è molto proabile che vedremo i primi fiocchi bianchi in città come Asti, Alessandria, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, oltre ovviamente Cuneo. “In particolare – spiega Ferrara – tra parmense e reggiano si potranno accumulare anche diversi centimetri in pianura, fino a 20-30cm sull’Appennino emiliano. Fiocchi misti a pioggia non esclusi anche a Milano, Bergamo, Brescia, Verona, Mantova, Bologna, Udine”. Ma non è tutto perché sul versante tirrenico saranno possibili “forti temporali e locali nubifragi” mentre giovedì il maltempo si sposterà al Sud. Ci sarà anche un rinforzo dei venti “che spireranno anche forti attorno al centro di bassa pressione, con possibili mareggiate e locali disagi”.

Freddo e neve fino all’Immacolata

Quella in arrivo non sarà una perturbazione lampo perché “già da venerdì e almeno fino all’Immacolata” avremo a che fare con altre ondate di maltempo. “In un primo momento – spiega il metereologo – saranno coinvolte soprattutto le regioni del Nord, con piogge abbondanti, e del versante tirrenico, qui con anche rischio forti temporali e nubifragi. In una seconda fase coinvolto più direttamente anche il versante adriatico e il Sud”. E al nord continuerà a nevicare: in generale sulle Alpi a partire dai 1000-1200m, ma sulle regioni a Nordovest anche a quote molto più basse: sul Piemonte saranno infatti “possibili nevicate a quote collinari se non a tratti localmente in pianura tra venerdì e sabato”. Ma le nevicate interesseranno anche la zona dell’Appennino “inizialmente a quote elevate, ma poi in calo da domenica”. 

neve oggi ansa-2

Temperature in calo: quando arriva il freddo (anche al Sud)

E attenti alle temperature: mentre al nord farà abbastanza freddo, al centrosud i valori saranno inizialmente in aumento per i venti di scirocco. Tuttavia, a partire da domenica 6 dicembre “l’aria fredda dilagherà nuovamente verso Sud con tramontana e grecale, determinando così un nuovo generale calo delle temperature su tutta la Penisola”. 
 

Fonte : Today