Sugli smartphone Samsung arriva Neon, assistente virtuale con un volto umano

L’annuncio era arrivato ad inizio 2020, in apertura del Ces, ora l’ufficialità: Neon, l’assistente virtuale di Samsung basato sull’intelligenza artificiale, debutterà già a fine ann0 negli smartphone del colosso coreano. Neon ha poco da spartire con Siri o Alexa, non si tratta solo di una voce, bensì di un “essere umano artificiale”, con un volto e un corpo, che compare a display.

Neon: assistente”umano” di Samsung

L’assistente umanoide Neon sarà in grado di conversare e simpatizzare con chi utilizzerà uno smartphone Samsung di ultima generazione, sarà proprio come avere una persona reale. O quasi. Come detto, non si tratta di un assistente virtuale classico, ma di una figura digitale personalizzata che può apparire a display (o anche in un videogioco), progettata per “essere un compagno di giochi o un attore che si evolve e costruisce ricordi dalle interazioni”, come ha spiegato Pranav Mistry, direttore generale del laboratorio Star Labs di Samsung. Neon, quindi:

  • ha un volto umano
  • non si può paragonare a Siri o Alexa
  • potrebbe essere implementato negli smartphone Samsung entro fine anno

Secondo Samsung, Neon potrà dare risposte in frazioni di secondo che saranno disponibili anche per servizi alle aziende. Star Labs ha spiegato che non sta cercando di sostituire gli uomini nel lavoro, ma piuttosto migliorare le interazioni del servizio clienti, far sentire i clienti come se avessero un amico.

Ora puoi controllare le Tv di Samsung con Google Assistant

Fonte : Today