Oscar 2021, Gabriele Muccino critica la scelta di Notturno:”Decisione autolesionista”

Ieri è stato annunciato ufficialmente che Notturno di Gianfranco Rosi sarà il film che rappresenterà l’Italia nella corsa per una candidatura all’Oscar per il miglior film in lingua straniera. La scelta non ha trovato consensi unanimi e tra chi ha avanzato delle critiche a questa decisione spicca anche Gabriele Muccino.

Dopo aver espresso il proprio rammarico per la mancata candidatura de I migliori anni nella lista dei film in selezione dalla commissione istituita dall’ANICA per la proposta all’Academy, Gabriele Muccino ha raccontato sui social il suo pensiero al riguardo:“L’Academy certamente prevede l’Oscar nella categoria miglior documentario. Ma presentare il documentario del bravissimo Rosi, nella categoria del miglior film straniero è, temo, autolesionista”.

Muccino ha proseguito il suo discorso in un altro tweet:“La competizione è schiacciante e la scelta viene letta in un solo modo: in Italia sono costretti a candidare un documentario in mancanza di un film ‘valido’. Giocheremo sempre nel nostro cortile se non apriremo lo sguardo al cinema internazionale e alla reale platea del mondo”.
Come vi abbiamo raccontato la scelta di Notturno ha provocato molte polemiche in Italia e in questi giorni si sta parlando molto delle possibili candidature ai prossimi Oscar, che si svolgeranno più tardi a causa della pandemia. La data della prossima edizione è stata confermata al 25 aprile 2021.
Netflix potrebbe battere il record di candidatura a miglior film in una sola edizione, attualmente detenuto da Metro-Goldwyn-Meyer.

Fonte : Everyeye