Taylor Swift ha svelato il mistero dietro l’identità di William Bowery, co-autore in Folklore

Taylor Swift, a poche ore dalle 6 nomination ai Grammy, ha pubblicato una deluxe del suo ultimo album “Folklore”, che contiene i nuovi brani suonati nel biopic uscito da poche ore su Disney Plus. Il documentario si concentra sulla nascita e la progettazione di Folklore, e si sofferma anche su uno dei miti che si era creato attorno all’album. Nei crediti del progetto, veniva indicato uno sconosciuto autore, William Bowery, per la produzione dei due brani “Betty” e “Exile”. La cantante ha rivelato chi è stato ad aiutarlo con quei due brani.

La confessione di Taylor

Gli ultimi giorni di Taylor Swift sono stati impegnatissimi, tra la pubblicazione delle nomination ai prossimi Grammy, in cui la cantante è candidata per 6 premi differenti. Dall’altro lato la pubblicazione della deluxe del suo ultimo progetto discografico “Folklore”, un progetto raccontato anche sulla piattaforma Disney, dove ha raccontato anche della produzione del progetto, svelando uno dei segreti su cui tanti fan avevano speculato. Nei crediti del disco, come co-autore di due canzoni di “Folklore”, ovvero “Exile” e “Betty”, compare il nome di “William Bowery”, con la cantante che aveva più volta dichiarato si trattasse di una leggenda della musica per lei. Durante il biopic, Taylor Swift ha confessato che la fantomatica leggenda non è altri che il suo fidanzato Joe Alwyn, e che lo pseudonimo era stato costruito attraverso l’hotel Bowery dove erano stati insieme al concerto dei Kings of Leon, e il nome arrivasse dal bisnonno del fidanzato di nome William.

La nascita di Exile

La cantante ha svelato come si sia arrivata alla composizione di “Exile”, merito del piano suonato dal fidanzato: “Lui suona il piano benissimo e stava suonando e creando delle cose. Exile è nata perché lui ha creato la parte iniziale al piano e stava canticchiando la parte di Bon Iver. Stava cantando l’intero primo verso. Io ero incantata e gli ho chiesto se potevamo andare avanti a scriverla. Ho capito da subito che sarebbe stato un duetto perché lui ha una voce profonda“.

[embedded content]

Fonte : Fanpage