Star Wars: il pianeta desertico di Episodio IX era acquatico in origine, ecco le immagini

C’è stata un’inversione di rotta piuttosto aggressiva nello sviluppo di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, dato che Pasaana è passato dall’essere un acqua park al deserto più arido della galassia.

A rivelarlo è il concept artist Phil Saunders che, nell’allegare le immagini che trovate qui sotto, dichiara: “Un altro concept per le paludi di quel pianeta di pirati che è diventato Pasaana in Star Wars: The Rise of Skywalker. L’inseguimento con gli speeder sarebbe dovuto partire dal villaggio a sinistra e proseguire tra le chiglie di queste navi da carico ribelli, prima di virare nella foresta di mangrovie sulla destra”.

Come ricorderete, Pasaana è invece un pianeta del tutto desertico e, dopo aver visitato un raduno di indigeni, il gruppo di protagonisti è costretto a fuggire inseguito dagli Stormtrooper (sì, quelli che volano) attraverso canyon e terre desolate. Capita spesso che certe idee vengano riadattate o messe in secondo piano, ma stavolta sembra proprio che gli autori abbiano scelto l’esatto contrario di quanto proposto dall’artista.

È probabile che, dovendo ambientare una consistente parte del film tra le impetuose onde che si abbattono sui resti della Morte Nera, abbiano deciso di rinunciare all’inseguimento tra le paludi e di concentrarsi su di uno scenario diverso nella prima parte del film. Per quanto spettacolare sia stata la sequenza su Pasaana, a questo punto rimane una certa curiosità su come sarebbe potuta essere la scena in mezzo alle paludi.

Intanto in molti continuano a chiedere a Daisy Ridley se tornerà in Star Wars prima o poi, mentre un altro grande what if è legato alle dichiarazioni di George Lucas sulla sua trilogia sequel.

Fonte : Everyeye