Tor Bella Monaca, dopo i distacchi dell’acqua Asia Usb incontra Acea e Ater: “Al via l’iter per il contratto”

Un canale diretto con gli utenti per avere accesso a un contratto. E la possibilità di rateizzare il debito e le multe, ostacolo alla regolarizzazione per famiglie a basso reddito. La vertenza delle famiglie residenti nella torre di via Santa Rita da Cascia 50, a Tor Bella Monaca, seguite dal sindacato Asia Usb nella battaglia per il riallaccio dell’acqua ha segnato un punto in avanti. 

La scorsa settimana, con un collegamento in video conferenza, si è tenuto l’incontro tra Asia Usb, Usb Acea, Acea e Ater. “Dopo circa un anno in cui decine di famiglie si sono viste sottratte un bene vitale come l’acqua, si è finalmente ristabilito un principio di legittimità, in base al quale l’acqua non può essere tolta ed anzi va garantito il flusso minimo vitale a coloro che sono morosi verso l’azienda erogatrice”, scrive il sindacato in una nota.

“Solo dopo la mobilitazione degli inquilini e di Asia-Usb, l’Acea si è impegnata a risolvere il problema dei distacchi, attraverso la messa a disposizione di un canale diretto con gli utenti interessati che potranno consegnare la documentazione analoga prodotta dall’Ater che attesti il diritto all’assegnazione”, spiega Asia Usb. Non solo. “Acea si è resa altresì disponibile ad accogliere la richiesta della nostra organizzazione sindacale, prevedendo una più congrua rateazione del debito e delle multe per allaccio abusivo, in base al reddito del nucleo familiare”. 

Dopo i blitz delle forze dell’ordine avvenuti a ottobre 2019, che avevano portato a numerosi distacchi di utenze irregolari, la torre di case popolare era tornata a far parlare all’inizio di novembre quando l’acqua è stata staccata nuovamente a 12 famiglie. In quell’occasione il sindacato Asia Usb aveva denunciato che, nonostante i tentativi, non era stato possibile procedere con la stipula dei contratti. Le famiglie coinvolte nella vertenza di Asia Usb, dunque, pur essendo assegnatarie non riuscivano a regolarizzare la propria posizione relativamente all’allaccio Acea.  

Per Asia Usb si tratta di “un primo importante risultato che continuerà a vederci in prima linea, fino a che non verranno superate tutte le problematiche e si ristabilisca l’erogazione dell’acqua a tutti gli inquilini, privati di un bene essenziale durante una grave pandemia sanitaria”.

Fonte : Roma Today