Narciso Mostarda verso la gestione della sanità in Calabria: sarà lui il nuovo commissario

Dopo le settimane di polemiche sul nuovo commissario alla Sanità in Calabria, pare che si sia arrivati ad una scelta: salvo nuovi colpi di scena, Narciso Mostarda sarà incaricato di gestire la sanità calabrese. E in primis l’emergenza Covid-19 nella Regione. Non è però ancora sicuro che arrivi questa sera la nomina per il medico laziale che dirige la Asl Roma 6. Un confronto sarebbe ancora in corso tra i ministri del governo e le autorità calabresi.

Ma il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, avrebbe fatto il nome di Mostarda su cui ci sarebbe il via libera del ministro della Salute, Roberto Speranza. Anche se fonti di governo chiariscano che sia ancora prematuro dare per definitiva questa scelta, l’esecutivo sembra orientato verso il medico laziale. Un nome che piace anche al governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, ma allo stesso tempo anche al centrodestra calabrese. Dopo le dimissioni, una dopo l’altra, di Saverio Cotticelli, Giuseppe Zuccatelli ed Eugenio Gaudio, la vicenda sembra essersi sbloccata e l’incarico potrebbe a breve essere ufficialmente assegnato a Narciso Mostarda.

Non sarà quindi un calabrese a guidare il settore sanitario, come richiesto da Antonino Spirlì, presidente facente funzioni della Calabria. Il governo ha optato per un medico di origine laziale, iscritto all’Albo di Frosinone, 58 anni e laureato in medicina con specializzazione in neuropsichiatria infantine e management. L’esecutivo ha quindi individuato un manager con un lungo curriculum alle spalle in sanità. E anche un’esperienza politica: nel 2009 è stato infatti assessore del Partito democratico nel Comune di Frosinone.

Fonte : Fanpage