Covid, ecco come vengono fatti i tamponi in farmacia. Federfarma: “Persone più consapevoli ai pericoli del virus”

 

Ingresso dedicato e area isolata rispetto al resto della farmacia. Appuntamento obbligatorio e risultato nel giro di dieci minuti. I test rapidi arrivano nella farmacie di Roma, grazie al progetto messo in essere tra Regione Lazio e Federfarma e che, con l’utilizzo di una piattaforma ad hoc, consentirà il contact tracing circa la pandemia da Coronavirus.

“Abbiamo iniziato ieri pomeriggio (lunedì 23 novembre, ndr) ed abbiamo avuto tutto lo spazio degli appuntamenti pieni – spiega Emilia De Cesaris, titolare di una farmacia nel quartiere Don Bosco di Roma, e consigliera di Federfarma -. Questo mostra una maggiore consapevolezza dei pericoli del virus tra le persone. E da parte nostra un contributo fondamentale per alleggerire il sistema in un momento di forte richiesta di tamponi”.

Il prelievo può essere effettuato solo da medici, infermieri o biologi. Per consentire la procedura molte farmacie allestiscono uno spazio esterno con un gazebo. Chi invece dispone di un locale isolato e con ingresso dedicato può organizzarsi diversamente, ed è il caso della farmacia di De Cesaris.

“Siamo consci del ruolo fondamentale che le farmacie sono state chiamate a svolgere e siamo ben lieti di poter fare la nostra parte”, sottolinea il presidente di Federfarma Roma, Andrea Cicconetti.

Fonte : Roma Today