Star Wars, John Boyega ha parlato con Lucasfilm dopo le critiche: “Onesta e trasparente”

In un’intervista di un paio di mesi fa a GQ, John Boyega aveva espresso la sua frustrazione per il fatto che i personaggi non bianchi del franchise Star Wars fossero trattati con una certa superficialità. Il suo Finn, per esempio, presenta molte meno sfumature rispetto ai personaggi dei colleghi Adam Driver e Daisy Ridley, più approfonditi.

In occasione dell’uscita della serie antologica Small Axe, in cui John Boyega recita nell’episodio intitolato Red, White and Blue, l’autore ha spiegato alla BBC come sono cambiati i rapporti con Lucasfilm dopo le sue dichiarazioni polemiche.

“Ho ricevuto una telefonata da Kathleen Kennedy [presidente di Lucasfilm], lei ha mostrato verbalmente il suo sostegno e abbiamo avuto una conversazione davvero simpatica, trasparente e onesta, vantaggiosa per entrambi. Può sembrare che discorsi del genere servano solo per salvarsi la carriera, ma sono discorsi a cui oggi chiunque ha accesso. Ora le gente può esprimersi su questo sapendo che ogni personaggio che amiamo, in franchise come Marvel o Star Wars, lo amiamo per i momenti che gli vengono dati, momenti eroici decisi dai produttori, quindi dobbiamo vederli anche per i personaggi neri o di altre culture.”

A settembre John Boyega, che ha recentemente parlato anche del sostegno di JJ Abrams nella sua battaglia antirazzista, aveva detto a GQ: “Quello che vorrei dire alla Disney è di non tirare fuori un personaggio nero, commercializzarlo in modo che sembri più importante di quello che è e poi metterlo da parte. […] Vogliono che dica: È stata una grande esperienza, mi è piaciuto farne parte. No, no e no. Lo farò quando sarà davvero una grande esperienza.

Tra le ultime novità del franchise Star Wars, intanto, c’è lo speciale Lego natalizio, da poco in streaming su Disney+, che sembrerebbe aver confermato una teoria su Finn.

Fonte : Everyeye