Gedi, Elkann: “Abbonamenti digitali raddoppiati nel 2020. A fine anno 220mila”

Gedi: “In un anno raddoppiati gli abbonamenti digitali”

“Il gruppo Gedi viaggiava a 110mila abbonamenti digitali all’inizio del 2020, a fine anno avremo raddoppiato a 220mila questo numero”. E’ quanto ha dichiarato il presidente John Elkann intervenuto oggi, 13 novembre, a un incontro con gli studenti del Master di giornalismo di Torino legato ai festeggiamenti del 150° anniversario dalla fondazione dell’ateneo. “C’è ancora tantissimo da fare – ha aggiunto Elkann – 220mila è un dato che ci soddisfa perché è il doppio rispetto a quello che avevamo entrando nell’anno, però riteniamo che c’è ancora e c’è sempre molto da fare. Se uno guarda i 10 milioni di utenti unici che vanno sulle varie testate, interfacce digitali che abbiamo, con dei picchi a 20 milioni, anche questo dimostra come l’evoluzione della nostra capacità ad interagire con i lettori, grazie al digitale, si è accelerata in questo periodo”.

Elkann: “Giornalismo locale parte importante dell’offerta”

“Per noi è importante che il giornalismo locale sia parte di quella che è la nostra offerta” ha ribadito Elkann, spiegando che “la decisione sulle testate locali come Il Tirreno è legata al fatto che editori molto seri, come il gruppo di imprenditori che vogliono acquisire quelle testate, hanno una legittimità più forte, un progetto più forte per il futuro di quelle realtà, che non quella che potremo avere noi”.

“Quello che è molto importante – ha detto poi il presidente di Gedi –  è essere sicuri che noi siamo su dei territori, dove abbiamo la capacità di poter raccontare e interagire con quelli che sono i nostri lettori. Ad esempio qui nel Nord Ovest abbiamo un radicamento molto forte”. “La nostra idea – ha concluso –  è quella di cercare di essere forti nei luoghi in cui abbiamo maggiore capacità di fare buon giornalismo, di raccontare bene quello che avviene in un determinato territorio”.

Fonte : Affari Italiani