Dopo l’addio al Barcellona Ariedo Braida riparte dalla Serie B

Sette anni dopo aver lasciato il Milan ritorna nel calcio italiano Ariedo Braida – grandissimo dirigente, abilissimo scopritore di talenti, che per 27 anni è stato uno dei cardini del Milan di Berlusconi e braccio destro di Galliani – che ha firmato per la Cremonese, club di Serie B che ha tante ambizioni e vuole ritornare in Serie A dopo venticinque anni.

Ariedo Braida direttore generale della Cremonese

La notizia è arrivata nel pomeriggio di giovedì 12 novembre, e per tutti è stata una grossa sorpresa. Perché Braida dopo aver dato l’addio al Milan era passato al Barcellona, con cui ha avuto un burrascoso addio. Nel mese di agosto si era parlato di un grande ritorno in rossonero, ma non è stato così. Braida ha atteso e ha detto di sì alla proposta del Gruppo Arvedi, proprietario della Cremonese, che ha dato l’annuncio con questo comunicato:

U.S. Cremonese comunica che a decorrere dal 1 dicembre 2020 il signor Ariedo Braida assumerà l’incarico di direttore generale del club grigiorosso. A partire dalla stessa data il signor Paolo Armenia ricoprirà il ruolo di direttore operativo. Il curriculum del Direttore Generale si connota per la sua vasta esperienza nel settore sia a livello nazionale sia internazionale. Nel dare il benvenuto a Cremona al signor Ariedo Braida, la Proprietà e la Società augurano buon lavoro.

Scopritore di talenti ora sfiderà Berlusconi e Galliani

Dal 1° dicembre sarà al ponte di comando della Cremonese che dunque a stretto giro proverà a tornare in Serie A. Braida ha scovato talenti per tanti anni e riuscirà a farlo sicuramente ora anche con i grigiorossi e per lui sarà senz’altro molto particolare affrontare il Monza degli amici di sempre Berlusconi e Galliani. Cremonese e Monza si sfideranno a fine dicembre, d’altronde si sa durante le feste si rivedono i vecchi amici.

Fonte : Fanpage